La settimana che ci ha preceduto abbiamo avuto la buona notizia della salvezza -momentanea- di Radio Radicale che ha fatto arrabbiare non poco Luigi Di Maio che era per la chiusura. Noi siamo stati e saremo sempre con Radio Radicale e non ci stupisce come un Movimento 5 Stelle che fa della demagogia e della disinformazione il proprio pilastro di consensi abbia difficoltà ad accettare una radio libera e che da 40 anni svolge un ruolo pubblico che manco la Rai per capirci. La critica che questo movimento rivolge a Radio Radicale è quello di essere una radio privata e quindi non deve avere soldi pubblici ma se vuole guadagnare e quindi sopravvivere deve mettersi sul mercato come tutti i privati. E’ un discorso che…