Mese: aprile 2018

SMAV: CAMBIATO “ADDETTO STAMPA”

ufficio_stampa_1

Apprendiamo con un certo stupore da un giornale on line che l’addetto stampa Giusy De Simone sia stata sostituita da un nuovo addetto stampa: Emanuela Belcuore.

Facciamo i migliori auguri ad entrambe.

Una decisione questa che insomma fa parte della volontà di un’amministrazione quindi nulla questio ma allora da dove ci viene cotanto stupore?

Dal fatto che esistono delle regole e per la miseria sarebbe il momento di seguirli e non fare sempre spallucce.

Per fare l’addetto stampa per esempio bisogna essere giornalisti professionisti in parole povere essere iscritti all’albo dei giornalisti, che siamo d’accordo non serve a niente, ma la legge questo dice e questo bisogna fare ed ecco che non troviamo nell’elenco dei professionisti che può visionarsi al sito http://www.odg.it/content/elenco-iscritti-0  né l’una né l’altra. Quindi sia la De Simone che la Belcuore non potrebbero essere definite “addetto stampa”.

Quindi perché non chiamarle portavoce? Si può, non è vietato.

Poi la cosa più importante è l’emolumento: e sord!!!

Chi paga queste figure professionali? Il cittadino, gli assessori e consiglieri fanno una colletta?

Ma poi codeste succitate figure professionali rappresentano chi: il comune, il sindaco, la maggioranza, l’amministrazione, pinco e pallino o solo uno dei due?

Boh.

La solita confusione di questo comune, non si capisce chi sta in maggioranza e chi in minoranza, non si capisce di quanti gruppi sia composto il consiglio comunale figuriamoci se è semplice capire se esiste o meno un addetto stampa e come è inquadrato nell’organigramma comunale.

Giusto per chiarezza l’addetto deve essere obbligatoriamente un giornalista iscritto all’albo e vincere un concorso e pagato dal comune. Il portavoce può anche non essere un giornalista e ha un rapporto fiduciario diretto con il politico che lo assume.

ERRATA CORRIGE: abbiamo scritto che per essere addetto stampa bisogna essere iscritti all’albo dei giornalisti professionisti, in realtà anche solo pubblicisti va bene a quanto pare, ma secondo noi sarebbe auspicabile essere tra i professionisti giusto per il ruolo di specificità e delicatezza che il compito richiede.


 

 

Annunci

SMAV: IL PROBLEMA DELLE STRADE BALLERINE

VIA APPIA.jpg

Per la seria la manutenzione questa sconosciuta tante volte abbiamo detto che i comuni suessolani hanno un problema con questa voce del proprio bilancio, in quanto spesso si fanno le cose, dalle giostrine alla posa dell’asfalto ma poi il tutto è lasciato al destino.

Mettiamo poi che a Santa Maria a Vico i lavori per la sistemazione della via Appia so stati fatti a quanto pare ad mentula canis è il disastro è servito.

E’ incredibile come una strada sistemata con non poche polemiche e problematiche per i commercianti locali nel giro di un paio d’anni presenti degli evidenti segni di logoramento.

In verità già dai primi momenti della sua realizzazione il basolato era ed è in più punti ballerino, i tombini sembrano inoltre poggiarsi e non essere ben fissati tanto che è una bella orchestra quando le auto ci passano sopra.

Se prima della “valorizzazione” via appia antica era un pericolo per le auto e per le caviglie dei pedoni visto che era completamente sconnesso il basolato ora pare che si stia andando in quella direzione dopo appena un paio d’anni!

Come sia possibile questo non ne abbiamo idea.

Non parliamo poi della via nazionale soprattutto la parte di competenza del comune di Maddaloni che è un istigazione al suicidio volerla percorrerla, ma anche Santa Maria non sorride, cioè non vi sono quelle voragini, ma in quanto a traffico pare di stare a Roma centro con il relativo inquinamento, problema parcheggio ecc.

Eppure tornando a via Appia ricordiamo che dovevano essere costruiti parcheggi, dovevano essere create delle isole pedonali, noi i progetti ce li ricordiamo e ci pare che ciò che è stato creato si è discostato non poco dalla realtà. Non ci soffermiamo poi sulle pizze che è un altro discorso e non uno bello.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

SMAV: TANTI FURTI TANTO LAVORO PER I CARABINIERI NESSUNA TELECAMERA PROMESSA

furti

Purtroppo ritorna o meglio dovremmo dire riprende vigore il periodo dei furti soprattutto a Santa Maria a Vico. Ancora i cittadini attendono le istallazioni delle telecamere che sebbene non fermano il ladro, ma lo filmano e può essere d’aiuto alle forze dell’ordine.

Noi giusto per tenere alta l’attenzione pubblichiamo questa breve cronistoria di furti ad attività commerciali e non di un paio di anni circa della insicurezza cittadina, mancano degli episodi e qualche data può essere errata di uno o due giorni, ma siamo andati un po’ a memoria:

16 dicembre 2015 rapina a profumeria

16 marzo 2016 rapina in profumeria

19 aprile 2016 rapina insegnante bachelet a scuola

13 agosto 2016 furto in autolavaggio

16 agosto 2016 tentato furto in una scuola materna a loreto

19 Agosto 2016 furto in tabacchi piazza roma

28 marzo 2017 furto in chiesa a San Marco

11 giugno 2017 rapina in strada

29 luglio 2017 rapina supermercato

10 agosto 2017 rapina supermercato

31 gennaio 2018 furto in centro scommesse

19 Aprile 2018 tentato furto negozio orologi e preziosi

20 Aprile 2018 tentato furto a un tabacchi in Piazza

Da dire che è importante che molti autori dei furti o delle rapine sono stati arrestati dai Carabinieri o in flagranza di reato oppure dopo indagini. Un plauso va fatto a questi uomini che con pochi mezzi e risorse riescono ad assicurare alla giustizia ladri e rapinatori. Però è anche vero che hanno bisogno di aiuto nello svolgere con celerità le loro indagini e le telecamere possono essere questo aiuto, non abbiamo ancora capito esattamente che problema ci sta: mancano i soldi, manca l’appalto, manca cosa?

Erano state annunciate lo ricordiamo nel primo consiglio comunale dell’amministrazione Pirozzi, dovevano essere una ottantina circa a tappezzare il territorio. Boh! Magari un po’ di prudenza quando si dicono le cose in luoghi e vesti istituzionali che poi ci sta chi se le ricorda ste cose.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

 

ITALIA: ANCORA NIENTE GOVERNO SI PROVA A METTERE SOPRA UNA FOGLIA DI FICO

fico

La settimana appena passata è forse stata a livello politico una delle più travagliate degli ultimi della storia repubblicana.

Si è partiti con i raid sulla Siria e venti di guerra minacciosi con il nostro paese senza governo e senza un modo apparente per arrivarci. Mattarella sta provando la carte istituzionale dapprima con la Casellati la neo presidente del Senato per capire quanto è possibile un’alleanza tra il centro-destra e il m5s ma nulla di concreto è venuto fuori.

Ora il Presidente si affida a Roberto Fico neo presidente della Camera in questo caso per sondare le possibilità di un governo m5s con il pd.

Se per assurdo si dovesse verificare una ipotesi del genere sarebbe la sconfitta per Di Maio. Infatti il leader maximo del movimento poteva far nascere un governo con Salvini premier turarsi il naso per i voti di Berlusconi, visto che se lo sono tappati per bene quando si è trattato di votare Casellati e prendere i voti per far eleggere Fico. Ma poi ancora di più Di Maio avrebbe potuto condizionare fortemente il governo e decidere come dove e quando eventualmente farlo “cadere”.  Ma lo steward del San Paolo ha nel cuore la presidenza del consiglio.

Ora invece Di Maio si ritrova un Fico a un passo seppur difficile per divenire presidente del consiglio e i due come ovvio non si amano per nulla, ma soprattutto Fico riuscirebbe lì dove il capo politico ha fallito.

Ora la palla passa la Partito Democratico che potrebbe anche giocare la carta del sedersi a un tavolo giusto per capire che margini ci sono per un eventuale collaborazione per un governo e mettere a nudo tutte le incongruenze e difficoltà del M5s.

Possibilità questa non così remota vista che lo stesso Salvini ha in maniera poco istituzionale chiesto di avere l’incarico dal Presidente Mattarella e cercare il consenso con i 5stelle in pratica mettendoli davanti al fatto compiuto.

Tesi però messa alquanto in difficoltà dal voto molisano seppur la Lega è andata bene ma Forza Italia è andata meglio. I 5 stelle in flessione al 37% alle politiche avevano raggiunto il 44%.

Forza Italia e Berlusconi che escono da una settimana dura dopo la sentenza della trattativa Stato-mafia sebbene però Berlusconi in quella vicenda non ha subito nessuna condanna manco rinviato a giudizio e gli unici due politici accusati sono stati pure prosciolti. Quindi non è chiaro esattamente questi tizi che sono stati condannati in pratica appartenenti al Ros e che facevano da mediatori tra i mafiosi e …? Ecco non si sa la sentenza non lo dice bisognerà attendere le motivazioni, sebbene il pubblico ministero Di Matteo si stia lasciando andare a interviste varie e visto che la parola fine dal punto di vista giudiziario ancora non è stata detta bene farebbe a fare il servitore dello Stato e lavorare piuttosto che fare il frontman.

Ah prima che chi legge ci desse del berlusconiano, tra l’altro cosa già avvenuta, noi abbiamo sempre avuto certezze sulle frequentazioni criminali di Berlusconi già per il caso Mangano, e non stiamo manco a spiegare chi è, quindi non abbiamo bisogno di questa sentenza per dire forzatamente cose che già in passato dicevamo con semplicità. Inoltre per anni dal 1994 fino a non molto tempo fa ogni giorno noi scrivevamo sul social Facebook che chi votava Forza Italia odiava l’italia e lo scrivevamo quando Berlusconi era potente.

Giusto per dire chi siamo noi e chi siete voi.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

SMAV: L’ASSESSORE IN PECTORE ALLA TRASPARENZA CHIARISCE SUGLI APU E SE LA PIGLIA CON PRETESTUOSI URLATORI.

carmine de lucia santa maria a vico

In genere la Domenica ce la pigliamo di festa quindi raramente commentiamo gli avvenimenti politici dei quattro comuni della Valle in questo sacro giorno, ma ci sono dei momenti che non ne possiamo proprio fare a meno.

Ieri sera ci è capitato di leggere su un giornale on line un comunicato dell’assessore in pectore alla trasparenza e legalità Carmine De Lucia che riportiamo integralmente per correttezza. A noi non è arrivato anche perché siamo stati e siamo ancora molto critici con la componente di maggioranza -almeno secondo noi- chiamata SvoltiAmo Insieme LiberaMente sia quando vi era Emmanule De lucia, sia quando Lucia Papa ha fatto il gran rifiuto, e ora con Carmine De Lucia, ma non crediamo di essere noi il problema ma sono loro che fanno cose strane.

Così appunto cose strane si evincono dalla lettura di questo comunicato che riguarda i 12 disoccupati che oramai da qualche giorno sono al servizio del comune:

“Il consigliere comunale Carmine De Lucia, capogruppo di “Svoltiamo Insieme Liberamente” interviene sulla vicenda del coinvolgimento di lavoratori per attività di pubblica utilità presso il comune di Santa Maria a Vico e le relative polemiche scatenatesi all’indomani dell’inizio dei lavori. “Essendo stato tirato in causa da soliti pretestuosi urlatori e convinto che sulla vicenda non ci sia stata adeguata informazione alla cittadinanza, su come si sono svolte le attività che hanno dato quest’opportunità lavorativa a Santa Maria a Vico, era doveroso verificare di persona. Infatti, interpellando il funzionario alle Politiche Sociali, risulta chiaro l’iter di soluzione e lo stato dei risultati che per vede coinvolti dodici lavoratori in quattro progetti legati alla tutela del patrimonio, dell’ambiente e promozione del territorio. A giugno dello scorso anno, fu preparato un bando ad evidenza pubblica dove a fronte di 25 unità lavorative solo 16 domande pervennero per essere coinvolte: la Regione Campania valutati requisiti accolse 15 dei 16 partecipanti e con D.D. di agosto dispose a favore del Comune di Santa Maria a Vico 52mila euro circa per finanziare i 4 progetti presentati, coinvolgenti i 15 lavoratori. Di questi 15 solo 12 hanno iniziato a lavorare lunedì scorso, poiché 3 hanno presentato rinuncia al coinvolgimento. Siccome c’era ancora disponibilità per altre 10 risorse, previa verifica con gli uffici regionali, il comune di Santa Maria a Vico, attraverso il settore Politiche Sociali, con deliberazione del mese scorso si è provveduto attraverso evidenza pubblica a raccogliere altre disponibilità per altri 10 posizioni. Ad oggi, arrivate 20 domande al protocollo comunale, sono in valutazione da parte degli uffici regionali i requisiti dei partecipanti e verrà a breve stilata relativa graduatoria per coinvolgere i primi 10. Detto ciò, a chiunque voglia avere maggior delucidazioni su qualsiasi argomento preciso che innanzitutto bisogna vestirsi di serietà. Si chieda accesso agli atti o meglio si faccia riferimento al delegato alla trasparenza. Evitiamo di montare inutili illazioni che servono, invece, a distogliere l’attenzione dalle vere problematiche, e ci sono tante, che oggi il cittadino di Santa Maria a Vico vive giorno per giorno. Essere cittadini di una comunità vuol dire anche essere parte attiva nella ricerca della verità e non dare voce passiva al dissenso”.

Partiamo da questa frase iniziale: Essendo stato tirato in causa da soliti pretestuosi urlatori e convinto che sulla vicenda non ci sia stata adeguata informazione alla cittadinanza, su come si sono svolte le attività che hanno dato quest’opportunità lavorativa a Santa Maria a Vico, era doveroso verificare di persona. 

L’assessore in pectore si è sentito chiamato in causa da quelli che lui definisce pretestuosi urlatori, noi in vero pure lo abbiamo chiamato in causa anche se noi non ci consideriamo pretestuosi né urlatori in quanto non solo abbiamo elogiato l’iniziativa ma abbiamo pure criticato chi ha sollevato dubbi sull’iniziativa, l’unica cosa che abbiamo chiesto all’assessore in pectore è stata quella di far pubblicare la graduatoria e le modalità di selezione in modo da evitare polemiche inutili.

Ma il bello di questa frase iniziale è che lo stesso assessore in pectore si contraddice e manco se ne accorge infatti dice che sulla vicenda non vi è stata adeguata informazione alla cittadinanza e quindi era “doveroso” che lui verificasse di persona.

Ma quindi scusi assessore in pectore ma se l’informazione non è stata adeguata e quindi ha portato a un po’ di confusione perché definisce chi contesta o critica un pretestuoso urlatore?

Poi insomma parte a spiegare la vicenda e tutto ci sembra corretto anzi senza il sembra.

Poi però verso la fine torna a contraddirsi: Detto ciò, a chiunque voglia avere maggior delucidazioni su qualsiasi argomento preciso che innanzitutto bisogna vestirsi di serietà. Si chieda accesso agli atti o meglio si faccia riferimento al delegato alla trasparenza.

Il punto è che se poi uno si rivolge al delegato alla trasparenza diviene pretestuoso urlatore e non ci sembra sia carina come cosa.

Ma poi ancora: Evitiamo di montare inutili illazioni che servono, invece, a distogliere l’attenzione dalle vere problematiche, e ci sono tante, che oggi il cittadino di Santa Maria a Vico vive giorno per giorno.

Ma se lei assessore in pectore ha detto che vi è stata una cattiva comunicazione è inevitabile che questo porta a delle problematiche non è che uno vuol fare o creare problemi per il gusto di farlo!

Mah comunque che dire come prima uscita pubblica da Carmine De Lucia assessore in pectore alla trasparenza e legalità ci saremmo aspettati qualcosa di meglio, ma forse è volere troppo, comunque attendiamo siamo fiduciosi, vogliamo esserlo in questo giorno.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

CERVINO: MAZZATE CONTINUE CHIUDONO LE SCUOLE PER INAGIBILITA’.

9311_scuola_elementare_vito_vigliotti_cervino

Tempi duri per Cervino.

Nel giro di un paio di giorni sono arrivate due mazzate.

Andiamo in ordine cronologico.

La prima è la rimozione della targa e quindi del nome della piazza dedicata ad Angelo Vassallo, ricordiamo sindaco eccellente che fu ucciso dalla camorra. La piazza precedentemente era dedicata al Vanvitelli.

Nonostante secondo noi fosse una buona iniziativa, dicemmo già all’epoca che c’era qualcosa che poteva fa annullare il tutto, infatti così è stato. Ricordiamo anche che all’epoca l’assessore che non poco si spese per questa iniziativa fu Felice Di Matteo. Ma le colpe vanno addossate è ovvio a tutta la giunta dell’epoca.

Tra l’altro speriamo che siano pochi i cittadini che abbiano cambiato il proprio indirizzo altrimenti al danno si aggiunge pure la beffa.

Sicuramente si dirà ci sono cose più importanti e bla bla bla, ma se non si rispettano le regole in questo tipo di provvedimento e se non lo fanno gli amministratori poi, come si può pensare che il singolo cittadino lo faccia di buon grado con altri tipi di regole ben più complesse!?

Il nostro articolo all’epoca: https://pungiglioneblog.com/2017/04/11/cervino-intitolata-piazza-al-sindaco-angelo-vassallo/

La seconda mazzata è la chiusura delle scuole in pratica tutte le elementari e dell’infanzia per gravi ragioni di insussistenza di sicurezza, igiene e salubrità.

Tutto parte da una nota asl il 13 Aprile acquisita al protocollo il 16.

Ora i bambini per completare il percorso di studi di quest’anno dovranno trasferirsi nella scuola media.

Ora noi una cosa la vogliamo dire. Ben vengano questi interventi dell’asl e le conseguenze anche drastiche come la chiusura di scuole, perché la sicurezza della propria vita è assolutamente un bene primario ed ancor più importante se poi parliamo di ragazzini. Però una struttura, un edificio non diventa marcio la sera per la mattina, non è che all’improvviso da buono diventa non buono o meglio non idoneo. Certamente vi erano già segnali in questi anni di un logoramento, un problema che avrebbe potuto risolversi con poca spesa e senza queste conseguenze. Qualcuno non ha lavorato. Se gli amministratori e dirigenti si mettessero in testa che per un comune l’elemento primario è la manutenzione ordinaria ci troveremmo a vivere in comuni più efficienti e più belli senza la paura che qualcosa ci crolli addosso.

Ma pare un discorso difficile.

Ai cittadini possiamo dire che il prossimo anno vi saranno i comizi che a Cervino sembrano dei piccoli show di cabaret: tra il gatto e la volpe, l’uomo nero, la dama bianca e tutte ste fesserie … ascoltate, leggete i programmi di ognuno e controllate cosa dicono alla voce manutenzione dopo di che agite di conseguenza. Perché è pure colpa vostra tutto questo anzi è solo colpa vostra.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325