Mese: gennaio 2018

SMAV: INCONTRO INFORMALE CON L’ANCE E STAMPELLA AL SEGUITO.

27066824_1819750498059273_6450187011715972181_n.jpg

Apprendiamo dalla pagina Facebook dell’amministrazione comunale che il sindaco Pirozzi ha incontrato il presidente della sez. Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) Caserta. 

Incontro definito “informale”. Certo come no!? Ci si incontra nell’ufficio del Sindaco con tutta la giunta presente, mancava, ci pare a veder le foto, l’assessore Carmine De Lucia ma forse era dietro al cellulare che le scattava. Inoltre erano presenti anche i papabili prossimi assessori come Marcantonio Ferrara e Lidia Pascarella. Quindi tutto ci pare tranne che informale. Non vogliamo soffermarci su quest’incontro che speriamo non significhi lo scempio di questa terra, ci scuseranno i protagonisti e la categoria degli edili, ma quando sentiamo nella stessa frase costruttori edili ed centinaia di ettari a disposizione, un brivido ci passa lungo la schiena.

Ma ovviamente noi ci soffermiamo sugli aspetti politici.

Noi le cose le notiamo.

Per esempio si parlava di edilizia e mancava il delegato ai lavori pubblici nonché presidente del consiglio comunale Giuseppe Nuzzo. Del “colonello” già detto. Giusto per la cronaca mancava pure Masiello, ma pensiamo che ora come ora non sia proprio interessato a entrare in una futura giunta.

Interessante la presenza di Ferrara e Pascarella, ma è da capire se questo significa qualcosa, oppure era presenza “scenica”. Propendiamo per la prima ipotesi.

Interessante in quanto assolutamente fuori luogo per un incontro definito informale la presenza dell’altro Carmine De Lucia, quello che dovrebbe fare opposizione.

Non abbiamo capito il senso di questa sua presenza. Era in delegazione delle opposizioni? E’ stato chiamato dal sindaco? Perché lui sì e gli altri no? O gli altri sono stati invitati e non sono andati?

Noi abbiamo sempre avuto il sospetto che Noinsiemecc.ecc. fosse una “stampella” della maggioranza, pronta a intervenire in aiuto nel caso Città Domani fosse in pericolo di divenire minoranza in consiglio comunale. Tanto che siamo dell’idea che la stessa lista elettorale sia nata solo per far perdere Telese. 

Ora che il rimpasto sembra imminente probabilmente dopo le “idi elettorali” di marzo, ci pare che De Lucia stia cercando un posto, azzardiamo, come presidente del consiglio comunale?

Sì perché ricordiamo altra famosa stampella del periodo dell’amministrazione Piscitelli formata da Iadaresta-De Lucia, che portò quest’ultimo -guarda caso- proprio alla presidenza del consiglio e si aprì un posto in lista per il primo.

Come si dice corsi e ricorsi storici.

Vedremo se abbiamo avuto ragione. Ma come il nostro lettore ha imparato, raramente ci sbagliamo.

ERRATA CORRIGE: il sindaco gentilmente ci ha fatto notare due cose: 

  • che aveva invitato i consiglieri di minoranza nell’ultimo consiglio comunale.

Noi l’abbiamo riascoltato e il Sindaco effettivamente aveva invitato le minoranze a essere presenti a un incontro formale però tra amministrazione e Confindustria. Il comunicato diceva che l’incontro era informale tra amministrazione e Ance, non proprio confidustria. Abbiamo pensato fosse un altro incontro differente. Quindi per non portarla per le lunghe: c’è stato un equivoco. Capita. 

  • Che effettivamente come noi abbiamo scritto l’incontro con l’ance era di natura formale e successivamente vi sarà poi un incontro anche con confindustria.

Ringraziamo il Sindaco per le dovute precisazioni. 

 


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

IN VISTA DI QUESTE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA UNA SERIE DI LETTURE CHE POSSONO AIUTARE PER UN VOTO CONSAPEVOLE:

IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA PER GLI ACQUISTI:

Breaking Bad - Collection White Edition (21 DVD)

HP 250 G6 Portatile, Display da 15.6

  • Lixada Completo Ciclismo Abbigliamento Inverno Panno Termico Set di Abbigliamento Ciclista Maniche Lunghe Antivento Ciclismo Maglia + 3D Pantalone Imbottito
  • SALDI Materasso Matrimoniale in Memory Super Top, Misura 160x190x23cm, Portanza a Zone Differenziate, con Rivestimento Sfoderabile in Aloe Vera 3D, Ergonomico, Antiacaro, Traspirante

 

 

Annunci

ELEZIONI 4 MARZO: TUTTE LE CANDIDATURE SUESSOLANE

elezioni 4 marzo

Alla fine abbiamo i nomi ufficiali dei candidati suessolani e sono tre, di cui due donne.

Nel collegio plurinominale o proporzionale di Caserta sarà quindi Camilla Sgambato a scendere in campo anche se il capolista sarà Piero De Luca figlio del governatore della Campania -Vincenzo- e membro della segreteria PD.

Ma tornando alla suessolana Camilla Sgambato, laureata in giurisprudenza e docente di scuola superiore, è alla seconda esperienza elettorale dopo che nel 2013 risultò prima dei non eletti ma poi nel 2014 dopo le europee con l’elezione di Pina Picierno è diventata deputata.

Diciamo che questa candidatura era davvero molto scontata, anche se bisogna dire che la minoranza pd di cui la Sgambato fa parte ci pare sia stata ridotta al lumicino.

Non tanto scontata invece quella di Adriano Telese per Insieme, noi la candidatura dell’ex sindaco di Santa Maria a Vico l’avevamo anticipata anche se lo avevamo collocato in tutt’altra lista.

La lista Insieme si autodefinisce di ispirazione ulivista che racchiude in sé l’esperienza del partito socialista, dei verdi e di area civica. Comunque in ottica centrosinistra.

Adriano Telese concorrerà per la camera nel collegio plurinominale e sarà capolista. Potrebbe davvero avere delle buone chance per essere eletto.

La vera sorpresa -almeno per noi- è la candidatura di Valentina Carangelo sempre per il proporzionale alla camera in Fratelli d’Italia al secondo posto dietro Gimmy Cangiano.

Carangelo non è proprio neofita già candidata alle comunali di Maddaloni con De Filippo, lei stessa è maddalonese residente a Santa Maria a Vico e moglie di Igino Nuzzo che fa parte da un paio di mesi circa del direttivo nazionale del Fratello d’Italia.

Un partito questo della Meloni che ci pare stia sempre di più attecchendo in Valle di Suessola. Però nello stesso tempo non siamo in grado di poter valutarne la forza in previsione delle elezioni del 4 Marzo.

Staremo a vedere. Noi abbiamo oramai tutti i dati e nei prossimi giorni pubblicheremo un nuovo e pensiamo ultimo sondaggio con i nomi e cognomi dei protagonisti.

Il link con tutte le candidature: http://www.casertanews.it/politica/elezioni-liste-candidati-caserta.html


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

IN VISTA DI QUESTE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA UNA SERIE DI LETTURE CHE POSSONO AIUTARE PER UN VOTO CONSAPEVOLE:

IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA PER GLI ACQUISTI:

Breaking Bad - Collection White Edition (21 DVD)

HP 250 G6 Portatile, Display da 15.6

  • Lixada Completo Ciclismo Abbigliamento Inverno Panno Termico Set di Abbigliamento Ciclista Maniche Lunghe Antivento Ciclismo Maglia + 3D Pantalone Imbottito
  • SALDI Materasso Matrimoniale in Memory Super Top, Misura 160x190x23cm, Portanza a Zone Differenziate, con Rivestimento Sfoderabile in Aloe Vera 3D, Ergonomico, Antiacaro, Traspirante

 

SMAV COMUNICATO DELL’OR.S.A.: RIMUOVETE QUEL ROTTAME!

WhatsApp-Image-2017-12-24-at-15.53.04.jpeg

Comunicato del sindacato OR.S.A. che lamenta come come il comune di Santa Maria a Vico e la EAV non abbiano ancora rimosso il rottame oramai del treno che fu dolosamente incendiato la vigilia di Natale.

Intanto il rottame giace lì al suo posto senza che nessuno prenda provvedimenti.

Questo il comunicato:

Il giorno 24 dicembre scorso nella stazione di Santa Maria a Vico ci fu un incendio doloso su un treno dell’EAV che era stato lasciato in “sosta prolungata” (leggasi abbandonato) in attesa di chissà cosa e che era diventato ricettacolo di rifiuti e sede di incontro di tossicodipendenti e di piccoli delinquenti. Oltre un mese è passato e, al di là dello spavento per l’intera popolazione, della forte puzza e del relativo inquinamento atmosferico dovuto all’altissima colonna di fumo nero sprigionatasi dal treno, nulla più poi è stato fatto per rimuovere il rottame rimasto sul posto, sempre più malinconicamente lasciato a marcire.
La stazione di Santa Maria a Vico già versava in una situazione di abbandono lo scorso mese, prima dell’incendio, ora è peggio, ma quel che più fa rabbia è l’inazione dell’EAV, che nulla fa per migliorare se non il servizio, almeno l’immagine che mostra di se’ all’utenza, dando l’impressione di disinteressarsi completamente dei viaggiatori che quotidianamente sono, malgrado tutto, costretti a servirsi del servizio ferroviario che gestisce.
In questa situazione anche il Comune di Santa Maria a Vico continua ad ignorare o a sottovalutare i pericoli potenziali che questo treno, oramai rottame, rappresenta per la popolazione. Il Sindacato OR.S.A. sollecita l’EAV e il Comune di Santa Maria a Vico a trovare una rapida soluzione per rimuovere definitivamente quel treno e per rendere la stazione migliore da tutti i punti di vista, sia sotto l’aspetto del confort che per quello della sicurezza dei viaggiatori.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

IN VISTA DI QUESTE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA UNA SERIE DI LETTURE CHE POSSONO AIUTARE PER UN VOTO CONSAPEVOLE:

IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA PER GLI ACQUISTI:

Breaking Bad - Collection White Edition (21 DVD)

HP 250 G6 Portatile, Display da 15.6

  • Lixada Completo Ciclismo Abbigliamento Inverno Panno Termico Set di Abbigliamento Ciclista Maniche Lunghe Antivento Ciclismo Maglia + 3D Pantalone Imbottito
  • SALDI Materasso Matrimoniale in Memory Super Top, Misura 160x190x23cm, Portanza a Zone Differenziate, con Rivestimento Sfoderabile in Aloe Vera 3D, Ergonomico, Antiacaro, Traspirante

CERVINO: LE OPPOSIZIONI CHIEDONO UN CONSIGLIO COMNUNALE

consiglio_comunale

I gruppi consiliari Continuiamo Insieme e Forza Cervino hanno richiesto che venga convocato un consiglio comunale a Cervino con all’ordine del giorno quattro punti:

  1. Istituzione della commissione Ambiente-Terra dei Fuochi;
  2. Convocazione consigli comunali con relativa documentazione a mezzo pec;
  3. Registrazione con strumenti meccanografici delle sedute del Consiglio Comunale;
  4. Discussione del quesito prot. n.186 del 11/01/2018.
  5. Istituzione registro testamento biologico.

Orbene ora il Presidente del Consiglio comunale nonché sindaco Giovanni De Lucia ha un venti giorni di tempo massimo per convocare il consiglio comunale con questi punti all’odg. Ovviamente se non trova qualcosa da ridire in merito, una opposizione quantomeno formale a questa convocazione.

Il quarto punto sono delle interrogazioni in materia edilizia poste dal cittadino Laudando Giuseppe protocollate l’11 Gennaio e indirizzate al segretario del comune di Cervino e ai capigruppo.

Vedremo semmai questo consiglio vedrà la luce.

L’ultima volta che i consiglieri di opposizione chiesero un consiglio comunale -che all’epoca era “aperto”- la maggioranza disertò la seduta facendo venir meno il numero legale.

I tempi sono cambiati, la maggioranza è molto meno forte che in passato, vedremo appunto se vi sarà questo consiglio. Certo il punto quattro è quello più in bilico in quanto seppur è vero che siamo a quasi venti giorni e il cittadino scrivente non ha ricevuto risposta potrebbe comunque riceverla dal segretario ad esempio e quindi potrebbe essere quel punto eliminato dalla discussione.


 

 

SMAV CONSIGLIO COMUNALE: LO STANCANTE PROBLEMA DEI GRUPPI CONSILIARI.

citys-mayor-clipart-14

Consiglio comunale ieri a Santa Maria a Vico tenutosi alla scuola Leopardi, che pare sia tornata purtroppo la sede dei consigli, che fino ha fatto la più dignitosa sala Sant’Eugenio dei padri Oblati? 

A prescindere da questo un consiglio comunale che si prospettava breve e lo è stato è durato intorno ai 15 minuti, ma ciò non toglie che è stato interessante anche perché come avevamo anticipato si è posto il problema dei gruppi consiliari.

Proprio Vincenzo Moniello, che in questo momento sembra in una sorta di limbo, non si sa dove sia collocato, ha preso la parola e, lamentando il fatto di non essere stato convocato per la capigruppo, ha chiesto il rinvio del consiglio comunale.

Siamo davvero sconcertati come tutti i protagonisti del consiglio comunale non abbiano la più pallida idea di cosa dice lo Statuto comunale. Davvero imbarazzante.

Cominciamo dallo stesso Moniello che in pratica dice: “eh presidente io non sono stato convocato per la riunione dei capigruppo, io mi sono dichiarato indipendente …” e tiritittitì doveva essere la risposta.

Se Moniello avesse letto lo statuto articolo 20, avrebbe scoperto che la dichiarazione di indipendenza non è foriera di alcuna conseguenza. Il dichiararsi indipendente è un fatto politico personale, ma nulla ha a che vedere con la costituzione dei gruppi consiliari.

La risposta del presidente del consiglio comunale pure ci ha lasciati sorpresi, prima dicendo che la conferenza dei capigruppo serve solo concordare l’ordine del giorno e la data del consiglio. Hai detto niente!? Ci pare abbastanza importante per essere un organo consultivo. Per carità è vero che in consiglio comunale si possono sottoporre all’ordine del giorno argomenti non previsti dalla capigruppo ma si deve chiedere, spiegare, votare per l’integrazione. Non è che si possono fare sorprese in consiglio.

Ma il presidente se n’è uscito poi con un meraviglioso: “questo vuole essere un consiglio comunale veloce”. E che vuol dire? Ma fosse pure speedy gonzales le cose si devono fare per bene e se la capigruppo non è regolarmente composta va “aggiustata”. Peccato fosse assente Iadaresta “capogruppo” senza gruppo di Ad Maiora, poteva dire la sua, ma effettivamente Moniello ha ragione: se Iadaresta è stato convocato è un errore perché il gruppo non esiste più.

Il rinvio chiesto da Moniello è impossibile da ottenere in quanto la capigruppo è un organo consultivo del presidente del consiglio comunale ed eventualmente anche del Sindaco.

Meraviglioso, in senso ironico, l’intervento del Sindaco Pirozzi, che pure lui cita un po’ con fantasia lo statuto e propone una soluzione che non serve a niente. Il sindaco infatti dice che al momento il regolamento vigente stabilisce che di partenza il gruppo può essere costituito da minimo due consiglieri e che la modifica che si farà sarà specificare che se poi quel gruppo rimane di un solo consigliere è sciolto. Mamma mia. Che pastrocchio.

Proviamo a fare chiarezza.

Innanzitutto sindaco non è il regolamento a prevedere i gruppi consiliari ma lo statuto all’art.20, il regolamento all’art.7 fa solo un richiamo. Poi non è vero che possono costituirsi gruppi così come si vuole bastando essere in minimo due.

No. Funziona invece in questo modo:

  1. I gruppi si formano in consiglio comunale ricalcando le liste, potendo essere formati pure da un solo consigliere
  2. Nel caso la lista sia espressione di più gruppi politici questi possono costituirsi gruppi consiliari. Esempio Cambiare si può-PD; presentatosi assieme nella lista Cambiare si può ha costituito dopo in consiglio appunto i due gruppi.
  3. Il consigliere che vuole passare da un gruppo all’altro ne deve dare comunicazione.
  4. I consiglieri che non fanno parte di gruppi già costituiti o gruppi politici possono formare un gruppo misto solo se in numero minimo pari o superiore a 2!

Lo vogliamo leggere questo statuto per l’amor del cielo!

Da questo si evince che i gruppi ex novo non possono essere costituti. Se due consiglieri vogliono formare un gruppo e chiamarlo mettiamo Gruppo per la libertà di Smav non lo possono fare perché lo statuto non lo contempla.

Riguardo Ad Maiora infattti, malamente fu presa quella decisione contraria allo statuto, perché quello era un gruppo misto che i due all’epoca -Iadaresta-Moniello- hanno voluto chiamare così.

Poi sindaco che vuol dire che bisogna specificare che se si rimane da soli il gruppo è sciolto? Ci mettiamo a specificare l’acqua calda? Qua si deve prendere questo statuto art.20 e riscriverlo in maniera democratica e chiara perché al momento è solo una imposizione che lede la libertà dei consiglieri. Incredibilmente Moniello -ad esempio- che non si sente di far parte di un gruppo è costretto suo malgrado a starci è assurdo! I consiglieri rappresentano il popolo ed è giusto che siano liberi di esplicarlo al meglio.

La segretaria comunale giustamente ha detto che normalmente negli statuti -quelli seri aggiungiamo noi- quando un consigliere non fa più parte di un gruppo va nel misto. Peccato che poi la segretaria se ne sia uscita con una specie di non so qui come funziona, non ho studiato la cosa, mo so arrivata. Signora lei sta da più di un mese qua a Santa Maria e ci pare che statuto e regolamento siano le prime cose che deve andarsi a leggere!

Peccato fosse assente anche Bernardo -come Sgambato- visto che proprio il primo pure voleva creare un gruppo con un solo consigliere e chiamarlo Forza Italia e incredibile lo statuto non contempla la possibilità di creare un gruppo che ha una valenza nazionale!

Insomma bisogna ritornare alla democrazia prevedendo che si possano formare gruppi consiliari con un minimo di due oppure gruppi con valenza nazionale pure di un solo consigliere e chi non vuole stare o formare nessun gruppo passa al misto che può essere formato pure da un solo consigliere. 

Ja sù non è difficile diamoci una mossa.


 

VERSO LE ELEZIONI DEL 4 MARZO 2018: I PROGRAMMI ELETTORALI. LAVORO ED ECONOMIA.

immaginepd.png

Gennaio sta per lasciarci e quindi entreremo nelle quattro settimane calde di campagna elettorale anche perché avremo le liste complete e quindi si potrà ragionare meglio in vista soprattutto di quei seggi che verranno assegnati con il sistema uninominale.

Infatti è molto divertente leggere su facebook le percentuali date a questo o a quel partito, ma nessuno traduce quelle percentuali in seggi, quindi ben può essere che un partito molto votato si ritrovi a perdere tutti gli scontri uninominali e quindi paradossalmente trovarsi con solo un pugno di parlamentari alla fine dei giochi.

E’ il sistema baby.

Quello che vogliamo fare oggi è mettere a confronto le maggiori forze politiche che sono in doppia cifra nei sondaggi cioè il centro-destra, il movimento 5 stelle, partito democratico, in campi strategici come lavoro, economia, giustizia, salute, istruzione, stato sociale. Lasciando come sempre al nostro lettore di farsi la sua opinione ciò non toglie che alla fine di questo ciclo diremo la nostra e daremo anche la nostra indicazione di voto. Ovviamente sarà un articolo a puntate perché altrimenti facciamo un romanzo.

Lavoro

CDX: sul sito fomiche.net (che nonostante il nome è un sito serio) sono riportati in breve i dieci punti del programma del cdx ma non vi è una voce specifica lavoro. Quindi al massimo lo si può evincere: unica aliquota fiscale detta flax tax per famiglie e imprese, questo dovrebbe liberare risorse per investimenti. Autocertificazione delle iniziative in ambito privato. Facilitazione dell’accesso al credito per le piccole e medie imprese, modifica dello split payment rendendo neutra l’applicazione dell’IVA su tutta la filiera di produzione, profonda revisione del Codice degli appalti per rilanciare gli investimenti e l’occupazione, incentivi all’inserimento dei disabili nel mondo del lavoro.

M5s: Investimenti per creare nuove opportunità di lavoro e nuove professioni, investimenti in nuova tecnologia, nuove figure professionali. Investimento oltre 2 miliardi di euro per la riforma dei centri per l’Impiego (chiamato reddito di cittadinanza). Formazione continua per chi perde lavoro. Flex security le imprese. 10mila nuove assunzioni nelle forze dell’ordine. Creazione di una Banca pubblica per gli investimenti per piccole imprese, agricoltori e famiglie. 200mila posti di lavoro da economia del riciclo rifiuti. 17mila nuovi posti di lavoro per ogni miliardo di euro investito nelle rinnovabili e nell’efficienza energetica. Maggiori investimenti in deficit. Piano assunzioni razionale in base al fabbisogno delle scuole.

PD: continuare a promuovere incentivi per le assunzioni a contratto a tempo indeterminato. Job Act, attraverso il quale si andrebbe e rilanciare il mondo del lavoro, misure ad hoc sono, invece, destinate a eliminare il precariato, per le persone che sono prive di contratto nazionale, verrà proposto il salario minimo legale di 9 o 10 euro l’ora, taglio al costo del lavoro stabile, il quale verrà ridotto del 4% entro l’anno 2022. Sostegno agli artigiani, lavoratori autonomi e professionisti.

Economia 

CDX: Della flax tax s’è detto. No all’imposta sulle donazioni, no all’imposta di successione, no alla tassa sulla prima casa, no al bollo sulla prima auto, no alle tasse sui risparmi. Introduzione del principio del divieto di tassazione in assenza di reddito (Irap, IMU, bollo auto, donazioni e successioni). Azzeramento della legge Fornero.

M5s: Pensione minima di 780 euro netti al mese a tutti i pensionati e 1.170 euro netti al mese per una coppia di pensionati. Riduzione delle aliquote Irpef.  Niente tasse per redditi fino a 10mila euro. Per le piccole e medie imprese: riduzione del cuneo fiscale e riduzione drastica dell’Irap. Abolizione reale degli studi di settore, dello split payment, dello spesometro e di Equitalia. Inversione dell’onere della prova: il cittadino è onesto fino a prova contraria. Stop a pensioni d’oro, vitalizi, privilegi, sprechi della politica e opere inutili. Riorganizzazione delle partecipate, spending review della spesa improduttiva.

PD: in tema fiscale, l’obiettivo è quello ridurre in toto la pressione fiscale del 2% mentre riguardo i famosi 80 euro del Bonus Renzi, si starebbe pensando a estendere la platea dei beneficiari. Abolizione canone Rai. Riduzione tasse per famiglia, imprese e mano abbienti. Riforma fiscale sul lavoro studiando forme di progressività tenendo conto di reddito ed età. Riduzione del costo del lavoro a tempo indeterminato.


 

 

 

SMAV: CONSIGLIO COMUNALE “BREVE” CON IL DUBBIO DEI GRUPPI.

consiglio_comunale

Consiglio comunale a Santa Maria a Vico convocato per il giorno 26 alle ore 18:30 presso la scuola elementare Leopardi.

Due punticini all’ordine del giorno: 1. approvazione verbali seduta precedente. 2. Approvazione convenzione per lo svolgimento in modo associato della funzione di Segretario Comunale.

Niente di che.

Certo è curioso in quanto erano anni che non si vedeva un odg così striminzito. Abbiamo avuto consigli comunali zeppi di interrogazione, di debiti fuori bilancio da approvare e altro ancora che insomma fa specie.

Comunque ci aspetteremo però che finalmente si arrivi a capire qualcosa di più sia sullo statuto e regolamento e sulla composizione dei gruppi in quanto al momento non si capisce nulla.

Infatti ancora non è chiaro se Giancarlo Bernardo può costituire il suo gruppo Forza Italia ed è assurdo che non possa crearlo visto il riferimento a un gruppo presente in Parlamento!

Non è chiaro quale sia il gruppo di appartenenza di Vincenzo Moniello e conseguentemente il suo capogruppo, si è dichiarato indipendente, ma né lo statuto né il regolamento consentono questo. Ecco perché li riteniamo contra legem limitando la libertà del consigliere comunale che non può incredibilmente passare nel gruppo misto da solo.

Questi casi dovevano essere risolti a Dicembre, ma non ci pare si sia risolto alcunché.

Poi c’è il caso Ad Maiora, che a sto punto venendo meno un elemento e siccome i gruppi si possono costituire con un minimo di due verrebbe a venir meno.

Anche in questo caso che decisione si è presa?

Ovviamente prima del consiglio si fa una conferenza dei capigruppo ma a questo punto saremmo curiosi di sapere chi ha partecipato a questa conferenza visto che secondo noi non tutti hanno la qualifica per parteciparvi.

Non è un caso di poco conto in quanto la composizione del consiglio comunale serve perché lo stesso funzioni in maniera democratica. Al momento siamo in una situazione alquanto confusa.

Crediamo che i cittadini abbiano bisogno di sapere i propri consiglieri eletti in quali gruppi siano.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

IN VISTA DI QUESTE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA UNA SERIE DI LETTURE CHE POSSONO AIUTARE PER UN VOTO CONSAPEVOLE:

IL PUNGIGLIONE CONSIGLIA PER GLI ACQUISTI:

Breaking Bad - Collection White Edition (21 DVD)

HP 250 G6 Portatile, Display da 15.6

  • Lixada Completo Ciclismo Abbigliamento Inverno Panno Termico Set di Abbigliamento Ciclista Maniche Lunghe Antivento Ciclismo Maglia + 3D Pantalone Imbottito
  • SALDI Materasso Matrimoniale in Memory Super Top, Misura 160x190x23cm, Portanza a Zone Differenziate, con Rivestimento Sfoderabile in Aloe Vera 3D, Ergonomico, Antiacaro, Traspirante