Ci sarebbe piaciuto, come al solito il lunedì, parlare della politica nazionale, in particolare della informativa del presidente del consiglio Conte e di come sia rimasto solo. Invece è inevitabile non parlare dell’assassinio del vicebrigadiere dell’arma dei Carabinieri Mario Cerciello Rega ucciso nell’adempimento del suo dovere. Ne parliamo in quanto quanto questa dolorosa vicenda ha avuto fin da subito un risvolto politico. Uno schifoso risvolto politico. Fin da subito, con il corpo ancora caldo del povero vicebrigadiere, non sembrava vero per gli odiatori seriali puntare il dito su dei presunti nordafricani come autori dell’assassinio. Quindi come detto questa dolorosa morte entra in maniera assurda nella discussione politica sugli sbarchi, c’è chi sui social si chiede se la mano omicida fosse in qualche barcone, addirittura…