Giorno: 17 novembre 2018

SMAV: DI BARDO CE N’E’ SOLO UNO

BARDI.png

Ritorna la voce del Bardo, che ricordiamo che trattasi di voce satirica, se non sapete cosa significa … siete ignoranti forti.

È risaputo che noi bardi percorriamo lunghe distanze. Ci piace vagare per lande desolate, fermarci in qualche radura a pensare e comporre qualche sonetto. E solo quando, imbattendoci in un paesello che ci aggrada, vi ritroviamo dei gran signori, ci vien forte la voglia di cantarne le gesta. Ovviamente ci assicuriamo che non ci siano già altri menestrelli all’opera: non ci piace la competizione, nemica dell’arte e, un po’ come gli stregoni, ci mal sopportiamo a vicenda.

E’ la prima volta nel mio lungo peregrinare che incontro il feudo di Santa Maria a Vico. Non ne avevo mai cantato prima d’ora e mai ne era giunta voce alle mie orecchie. Ma da quando ho messo piede in paese ho subito notato i fasti di tempi andati e l’abitudine delle genti locali di cullarsi sugli allori del passato senza badare al futuro. D’altronde, quello che ho poi conosciuto come Andrea da Apollonia, sindaco e signore di SMAV, è molto impegnato a pensare al presente per curarsi, giustamente, del futuro. Nei migliori feudi non si programma, non c’è una visione futura del paese e alla domanda “come vedi Santa Maria tra 10 anni?” fatta ad un amministratore qualsiasi non si può pretendere qualcosa in più di una supercazzola con scappellamento a destra  (nota pungiglione: citazione come se fosse antanicome risposta. E’ giusto così, e noi menestrelli non a caso cantiamo di chi fa la storia. Mica di chi costruisce banalmente il futuro?


 

Annunci