Siamo tornati. Come ogni lunedì ci occupiamo dei fatti di rilevanza nazionale. Cosa ci siamo persi? Difficile dirlo tante le scemenze che questo governo inannella giorno dopo giorno.  Finiremmo per ripeterci, sono cose che stiamo dicendo dal primo giorno come l’inconsistenza del presidente del consiglio, il ministro o presidente de facto Salvini dedito più a mettersi in posa che a risolvere problemi, prima gli italiani se si tratta di andar contro i neri ma si guarda bene di andare a Vienna e urlarlo in faccia a primo ministro austriaco. Di Maio tutto teso nella diffusione della neolingua, visto le difficoltà croniche con l’italiano, il condono diviene pace fiscale, il decreto disoccupazione diviene di dignità e via così. Toninelli!? Stendiamo un velo pietoso. Siamo nel…