Il governo Conte bis è giunto al capolinea. Dopo la fiducia risicata raggiunta la scorsa settimana al Senato era ovvio che i margini di operatività erano stretti, ma Giuseppe Conte non ha voluto prendere atto della situazione e si è persa una settimana. La cosa curiosa è che queste dimissioni vengono viste come conseguenza del ritiro di Italia Via dalla maggioranza. Ma questa operazione si è conclusa con il voto di fiducia della scorsa settimana, vinto dalla maggioranza restante. Conte è dovuto salire al Quirinale per due motivi sostanzialmente: un primo motivo è di certo la incapacità o impossibilità di allargare la maggioranza ai cosidetti responsabili o costruttori o scilipotisti vari a seconda da quale punto di vista si guarda questa operazione, dall’altro è…