Anno nuovo crisi vecchia. La politica italiana regala sempre emozioni sul fronte instabilità, certo non siamo a livello del trash americano, ma nemmeno poi così lontano. E’ sempre Matteo Renzi a buttare il sasso nello stagno, prima facendo nascere di fatto il governo Conte bis e poi per averlo salvato sulla sfiducia a Bonafede, ora pare intenzionato ad andare fino in fondo sulla questione recovery plan. Lo diciamo subito secondo noi è un bluff. Se il governo attuale non ha i numeri per continuare è più facile che si vada alle urne piuttosto che nominare un nuovo governo o proseguire con un Conte ter. Bisogna tener conto che c’è stato un referendum, che ha stabilito un diverso numero di parlamentari e quindi una differente…