Sembra assurdo, ma a Cervino si comincia a parlare sempre più insistentemente di liste, candidati, ed esclusioni. Proprio sull’ultima categoria viene da segnalare l’abbandono -almeno sembrerebbe- di Cuono Laudando a qualsivoglia entrata in scena nelle prossime elezioni politiche cervinesi. Abbiamo notato un post in cui Laudando in pratica racconta che salterà questo turno per poi riprovarci tra 5 anni. Anche se sempre leggendo questo post non si nasconde una certa amarezza sul fatto che i più esperti tra i politici locali non tendono a scegliere personalità come la sua ma “l’usato garantito”. Non chi sta tra la gente e li ascolta ma chi fa il notabile -a detta di Cuono- risulta meglio gradito. Cuono auspica una lista fatta da amici fondata su un progetto…