TARI: COMMERCIANTI ESASPERATI

Cartelle pazze ad Arienzo o così pare. Il Movimento 5 Stelle attraverso l’organizeer del meetup cittadino Alfonso Crisci, chiede all’amministrazione comunale un incontro per chiarimenti riguardo l’imposta comunale TARI (imposta sui rifiuti) che sta allarmando molti cittadini, soprattutto artigiani e commercianti per le esose bollette.

Alfonso Crisci auspica che questi chiarimenti possano arrivare già nella giornata di Venerdì ore 18:00 quando il sindaco Davide Guida e l’amministrazione comunale tutta incontrerà la cittadinanza per fare il punto della situazione riguardo al “problema mosche”che riguarda in particolar modo i cittadini delle zone di Fontanavecchia, Costa, Signorindico e via Appia. Incontro che si terrà presso l’aula consiliare.

Un problema questo non da poco, che va ad aggiungersi a quello delle tasse, portando i commercianti all’esasperazione, per non parlare della paura per i rischi alla salute. Secondo Davide Guida, in un precedente incontro con la cittadinanza, la causa è stata già individuata nell’allevamento di galline presente a “Fontanvecchia”, ma le autorità, quali Asl e simili, che dovrebbero e potrebbero mettere fine al problema al momento fanno “orecchie da mercante”.

Bisogna però aggiungere che in queste ore sul social forum Facebook tanti sono i cittadini, soprattutto commercianti di quasi tutta la Valle di Suessola che stanno pubblicando le proprio bollette con cifre a tre zeri, tant’è che l’opposizione sanfeliciana, ad esempio, ha presentato una richiesta di convocazione di un consiglio comunale per le “bollette pazze”notificate nei confronti dei contribuenti. Giovanni Ferrara, consigliere di opposizione, sentito telefonicamente, ci ha confidato che la posizione dell’opposizione è quella di cercare di arrivare a una soluzione della questione attraverso un dialogo costruttivo con l’amministrazione, ma se non dovesse accadere sono pronti anche ad azioni eclatanti con l’obiettivo preciso delle dimissioni del sindaco Pasquale De Lucia.

Vi è da dire che la percentuale di differenziata è alquanto ridicola in tutta la valle: Cervino è al 67% circa, Arienzo al 66%, dato appena sufficiente visto che la soglia minima dovrebbe essere il 65%, male San Felice a Cancello e Santa Maria a Vico con soglie inferiori al 60%!

Annunci

PULIZIA VALLONI

Diffuso nella giornata di ieri, un manifesto a Santa Maria a Vico di allerta meteo per la giornata dell’11.11.2014 e per le successive 24/48 ore. L’amministrazione comunale sul fronte maltempo si era mossa già per tempo con i lavori di pulizia dei Valloni e di tutti i canali di deflusso sia cittadini che montani proprio per evitare o ridurre al minimo il rischio d’inondazioni. La pulizia dei canali è certamente fondamentale per far sì che i rifiuti non occludano lo scorrimento delle acque rifersandosi nelle strade trasformandole in fiumi. L’assessore Pirozzi ha dichiarato: “Ritengo che sia proprio su una programmazione organica d’interventi distribuiti ad hoc sul territorio che si debba proseguire per limitare sempre più le emergenze ordinarie”.

Di tutt’altro avviso Carmine De Lucia consigliere PD di opposizione che con prove fotografiche, pubblicate su Facebook, da una visione completamente diversa sul senso di cura del territorio e pulizia dei Valloni. Scrivendo poi parole dure nei confronti dell’amministrazione: “Questo dopo che si è sventolati ai quattro venti la pulizia dei valloni avvenuta….ma abbiamo già pagato? Non basta la foto dell’ultimo tratto di vallone per dire che si è provveduti alla pulizia dei valloni!

 

UNA SANFELICIANA A SANREMO

Il 13 novembre a Sanremo al teatro dell’Opera del Casinò vi sarà il “The Voice of Talent” che vedrà della giovani promesse della musica italiana esibirsi e raccontarsi la propria esperienza artistica e di vita. Tra gli artisti spicca il nome della sanfeliciana Maria Teresa D’alise, giovane cantante ma già con un ricco bagaglio di esperienze.
Nel 2001 era comincia la sua carriera nei villaggi turistici come cantante/animatrice (Tanka Village, Sardegna; Naxos beach, Sicilia). Nel 2003 è la vocalist della “Gnometto Band”, una band romana comico-demenziale. Nel 2004 collabora con Samarcanda animazione e spettacolo. Ha poi partecipato a programmi tv quali “Chiambretti night”, “Libero” e “Colorado Caffè”. La partecipazione più importante è certamente come concorrente per X-Factor nella categoria 16-24 capitanata da Mara Maionchi.
Questa la sua dichiarazione per la partecipazione al “The Voice of Talent”: “Quando sono stata contattata per partecipare a quest’evento mi sono emozionata tantissimo. La musica mi regala sempre tante sorprese. Lo é stata la mia partecipazione ad xFactor nel 208 così come tuti gli avenimenti che poi sono acaduti. La cosa più bela di inseguire un sogno, guardandolo lì, all’orizzonte, è il percorso, le persone che conosci, i luoghi della tua anima che scopri e l’arricchimento che tutto questo comporta. E’ questo che porto sul palco con me ogni volta; ed questo quello che vorrei condividere con il pubblico che ci sarà a Sanremo”.
Il concerto si avvarrà della Orchestra Sinfonica di Sanremo diretta dal M° Silvio Fantozzi.

SAN FELICE A CANCELLO: DE LUCIA METTE FINE A TRE GIUNTE IN 17 MESI!

La prima giunta varata da Pasquale De Lucia dopo le elezioni del Maggio 2013 era formata da Francesco Petrone vice sindaco, Luca Alfredo D’Andrea, Ippolito Monica, Patrizia Ferrara, Maria Antonietta Guida. Tale giunta rimane in carica questa per 120 giorni circa da Giugno a Ottobre 2013.

Il passaggio dalla prima alla seconda giunta è assolutamente indolore, Patrizia Ferrara lascia per motivi personali e professionali e non sono mancati anche dichiarazioni di stima del primo cittadino nei confronti dell’ex assessore: “… nel prendere atto delle rassegnate dimissioni da assessore, ritengo doveroso esprimervi la mia stima e la mia profonda gratitudine per la proficua e fattiva attività da Lei svolta durante questo breve periodo di collaborazione.”

Seconda Giunta: Francesco Petrone vice-sindaco, Luca Alfredo D’Andrea, Ippolito Monica, Maria Antonietta Guida, Giovanna Sepe (al posto di Patrizia Ferrara). Questa giunta rimane in carica 300 giorni circa, da Ottobre 2013 ad Agosto 2014.

Assolutamente diverso il momento del passaggio tra la seconda e la terza giunta, con parole grosse che sono volate tra i dimissionari e il sindaco. Luca Alfredo D’Andrea definirà il comportamento di De Lucia alla guida del comune sanfeliciano, definendolo un “padrone che ha a che fare con i servi e non con collaboratori”. Il sindaco dal canto suo aveva accusato D’Andrea di assenteismo.

Terza Giunta: Francesco Petrone vice-sindaco, Pina Ines Marotta (al posto di Luca Alfredo D’Andrea), Monica Ippolito, Giovanna Sepe, Salvatore Migliore (al posto di Maria Antonietta Guida). L’ultima giunta, al momento, è rimasta in carica da Agosto 2014 a Novembre 2014.

Azzeramento della giunta a San Felice a Cancello, provvedimento alquanto a sorpresa, seppur sia vero che non molti giorni fa, il vice-sindaco Francesco Petrone, uomo importantissimo nella vittoria del Maggio 2013, aveva presentato le dimissioni, ma poi tutto sembrava risolto.

Nemmeno 70 giorni dunque e già siamo al nuovo rimpasto in giunta. Nelle motivazioni del decreto si parla di “effettivo concreto rilancio dell’azione politica amministrativa” per conseguire gli obiettivi della campagna elettorale. E’ alquanto curioso che però si arrivi a un azzeramento, giacché questa è una giunta che è rimasta in carica molto poco; infatti, appena nei primissimi giorni di Agosto, Salvatore Migliore entra in giunta prendendo il posto di Maria Antonietta Guida, così come Pina Ines Marotta ha preso il posto di Luca Alfredo D’Andrea. Probabilmente la macchina da guerra preparata da Pasquale De Lucia per vincere le elezioni, non solo comunali, ha bisogno di una buona messa a punto.

SANTA MARIA A VICO: TROVATO AMIANTO

Sversamento di amianto in via Marinielli a Santa Maria a Vico, è stata segnalata la presenza di lastre di amianto. L’assessore all’ambiente Tancledo Balletta ha provveduto a far intervenire una ditta specializzata e a denunciare il fatto ai Carabinieri contro ignoti.

L’amianto è altamente pericoloso è può causare casi mesotelioma pleurico, un tumore raro, ma la percentuale aumenta con chi è stato in contatto con l’amianto. Bene ha fatto l’assessore Balletta ha rilasciare questa dichiarazione affidata a un comunicato stampa: “La pericolosità dell’amianto e i rischi che provoca all’uomo e all’ambiente sono noti, non può essere le repressione l’unica arma di lotta al fenomeno, è necessario l’acquisizione di una coscienza civica”. Più attento alle problematiche economiche del problema il sindaco Alfonso Piscitelli: “per rimuovere i rifiuti, in particolare quelli pericolosi, bisogna chiamare delle ditte specializzate ed è il comune a farsi carico di tutte le spese.”

Sarebbe però il caso di controllare il territorio con più attenzione, il problema dello smaltimento dell’amianto in Campania ha numeri terribili: 4 milioni di tonnellate di materiali e 5 mila vittime ogni anno (dato dell’Osservatorio Nazionale Amianto, Aprile 2014).

Per non parlare poi del cosidetto amianto “friabile” che può essere respirato, nel 2012 in un anno si sono registrati cento nuovi casi di mesioteloma.

Interessante una delle problematiche dell’amianto sollevate dall’Osservatorio Nazionale, ovvero la presenza di questo materiale nell’edilizia e soprattutto quella scolastica e non sono mancate delle critiche anche al governo Renzi, sollevate dal presidente dell’osservatorio Enzo Bonanni, in quanto il governo non ha tenuto conto della problematica dell’amianto. Sarebbe il caso che sindaco e assessori preposti invece raccogliessero l’invito del presidente Bonanni e cominciassero a fare un controllo degli edifici a cominciare da quelli scolastici.

REINTEGRATO FRANCESCO PISCITELLI AL COMUNE DI CERVINO

La giunta del comune di Cervino del sindaco Giovanni De Lucia ha reintegrato il geometra del comune Francesco Piscitelli. La sospensione del geometra avvenne agli inizi del 2008 qualche mese dopo la barbara uccisione del sindaco Giovanni Piscitelli, bruciato vivo nella sua auto. Nel 2009 Francesco Piscitelli chiese il reintegro che però fu rifiutato dal neo sindaco dell’epoca Carlo Piscitelli. Ora con la delibera della nuova giunta Francesco Piscitelli, oltre a ritornare nuovamente al comune quale dipendente, riceverà gli stipendi arretrati e l’anzianità contributiva dalla sospensione a oggi; gli stipendi arretrati ammontano a 90 mila euro di cui 20 mila subito (entro il 15.01.2016) e poi varie trance di 12 mila euro annui (fino al 31.12.2019), inoltre il comune pagherà parte delle spese processuali. Dal canto suo Francesco Piscitelli non farà causa al comune per risarcimento danni.

CONDANNATO CITTADINO SANTAMARIANO

Valentino Nuzzo (34 anni) cittadino di Santa Maria a Vico viene condannato stamani dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere a 4 anni e 8 mesi per lesioni gravi. Parzialmente soddisfatto l’avvocato difensore Clemente Crisci in quanto la tesi difensiva della configurabilità del reato in lesioni gravi è stata accolta, il Pubblico Ministero aveva chiesto 8 anni per tentato omicidio.

Valentino Nuzzo ai primi di Marzo di quest’anno si era consegnato ai Carabinieri della stazione di San Felice a Cancello dopo aver sparato, in seguito a una lite, ai fratelli Fabrizio e Nicola De Lucia (45 e 39 anni), entrambi pastori di Santa Maria a Vico, ferendoli. Immediatamente identificato dalle vittime, per dieci giorni era irreperibile per poi consegnarsi spontaneamente alle forze dell’ordine.

La motivazione della decisione del Tribunale sarà emessa ai primi di Gennaio, ma già l’avvocato Crisci, da noi raggiunto telefonicamente, ci ha preannunciato ricorso in appello.