SMAV STADIO: ADEGUARLO ALLE DISCIPLINE PARAOLIMPICHE FORSE E’ TARDI?

CONI-condivisione.jpg

Interessanti progetti che riguardano il campo sportivo denominato “Torre” di Santa Maria a Vico.

La giunta comunale ha deciso di rendere l’impianto adeguato alle discipline paraolimpiche.

Per far questo l’idea è quella di partecipare a un bando “Sport Missione Comune 2017” del Coni che mette a disposizione la possibilità di richiedere mutui per 100 milioni di euro con quota interessi totalmente abbattuta, nel limite massimo di €21 milioni contributi, da stipulare obbligatoriamente entro il 31/12/2017, anche con la finalità di fornire un impulso all’economia attraverso gli investimenti nel settore dell’impiantistica sportiva e destinato a comuni e unioni dei comuni. Ciascun ente potrà presentare una o più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di €2milioni di mutui (€4milioni per i comuni capoluogo e le unioni di comuni).

Tutto molto bello se non fosse per il fatto che i termini secondo noi difficilmente sono stati rispettati.

Per accedere a questi mutui, i progetti devono avere preventivo parere positivo del CONI. Parere che va richiesto tramite pec entro le ore 24:00 del 04.12.2017. La giunta si è riunita il giorno 4 alle 13:40, onestamente non sappiamo se siano riusciti in tempo a inviare la mail con tutta la documentazione del caso.

Non si capisce manco perché questa corsa contro il tempo visto che dal giorno 06.09.2017 si poteva inviare richiesta.

Ci pare tutto molto raffazzonato, come se si fosse saputo tardi di questo progetto del Coni e nel momento in cui si è avuto conoscenza si sono fatte le corse.

E speriamo sia stato inviato correttamente perché il documento che leggiamo all’albo alla sezione del quadro economico non presenta cifre o sono parzialmente illegibili, forse perché malamente caricato.

Comunque sempre nella stessa delibera è indicato un altro progetto del Coni “fondo sport e periferie 2017” con l’intento del potenziamento dell’attività sportiva agonistica nazionale in aree svantaggiate e zone periferiche urbane e con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economico sociali e incrementare la sicurezza urbana per il finanziamento a fondo perduto di progetti relativi ad impianti sportivi in aree periferiche.

I tempi per partecipare in questo caso sono ampi, si può presentare domanda fino al 15 Dicembre. Ci pare però che i criteri che il Coni vuole utilizzare per evitare lo sperpero delle risorse forse non gioverà Santa Maria a Vico infatti dal sito stesso del progetto leggiamo: “in considerazione dell’esiguità delle risorse disponibili, la Giunta [del coni] ha adottato criteri di politica sportiva diretti ad assicurare il numero maggiore di interventi, con una tutela specifica per i piccoli Comuni, la presenza del numero maggiore di discipline sportive, con particolare riferimento alle discipline olimpiche, nonché la sostenibilità economica alla luce della popolazione residente (come risultante dall’ultimo censimento ISTAT) nel comune in cui è ubicato l’impianto sportivo; ciò anche al fine di arginare anticipatamente il fenomeno white elephants ed evitare interventi sproporzionati rispetto al bacino d’utenza disponibile.”

In più si tenderà a favorire i progetti delle aree colpite dal terremoto del 2016 e 2017.

Però siamo nel periodo di Natale che ci ricorda come i miracoli esistono, può ben accadere che in almeno uno di questi progetti il comune possa entrare.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006

 

hakuna matata

genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

 

Annunci

SMAV: 10.000€ PER LE LUMINARIE NATALIZIE

luminarie-di-salerno.jpg

Abbiamo  il dato di qualche costo per questo natale a Santa Maria a Vico che certamente sarà molto atteso, dopo quelli degli anni scorsi, che noi personalmente abbiamo trovato alquanto deludenti.

Non fosse altro per il fatto come si legge dalla determina che questo evento si è voluto organizzarlo dopo una serie di incontri tra Amministrazione, Associazione dei Commercianti e Pro Loco.

Nella determina che è all’albo pretorio vi è il costo delle luminarie che saranno affidate alla ditta Nunzio Migliore con sede in San Felice a Cancello per un importo di 10.000€.

Bisogna tener presente che sono stati stanziati per questo evento del Natale a Santa Maria a Vico poco meno di 20.000€ di cui oltre 5.000€ potrebbero essere rimborsati dalla Camera di Commercio di Caserta.

Si tratta di installare circa 170 elementi cercando di coprire tutto il territorio del comune. Le luci da noleggiare sono state illustrate, anche se non è scritto a chi, ma ovviamente pensiamo agli enti di cui sopra.

Siamo curiosi chiaramente di sapere se questo Natale che come abbiamo scritto vede lavorare assieme, almeno così si legge, Amministrazione, Pro Loco e Associazione dei Commercianti possa dare un impulso, oltre chiaramente alle casse dei commercianti, anche alla bellezza del posto attraverso le luci natalizie e gli spettacoli religiosi e non.

Noi rimaniamo però leggermente scettici, vuoi per la mancanza di adeguata pubblicità, insomma tanto per capirci per il Borgo degli Innamorati si è stati un sei mesi a “martellare” con info, news, locandine e tutto ciò che serve per il raggiungimento di un ottimo risultato.

Non vediamo artisti di richiamo, ad Arienzo tanto per capirci ne arrivano ben due comici, ma attenzione non è la quantità che fa numero, ma insomma aiuta e come direbbe Massimo Catalano meglio averceli gli artisti che possono richiamare un po’ di persone che non averceli proprio.


 

 

 

 

SMAV: IGINO NUZZO NEL DIRETTIVO NAZIONALE DI FDI.

fratelli-italia-meloni.gif

Dobbiamo fare i complimenti ad Igino Nuzzo che entra nella direzione nazionale di Fratelli d’Italia.

Nonostante noi siamo distanti anni luce dalla ideologia di destra, vediamo sempre con favore quando si organizzano congressi e soprattutto quando si scelgono poi persone valide a rappresentarlo come certamente è Igino Nuzzo, persona degna di stima.

Però ci si permetta una piccola pungiglionata, altrimenti il senso di questo blog va a perdersi, noi ricordiamo un articolo di un paio d’anni fa (?) in cui sosteneva che fdi fosse una minidestra anti europeista (nel senso negativo del termine)  e populista, definiva la Meloni non all’altezza della Le Pen, soprattutto chi era di destra non faceva alleanze con la lega.

Evidentemente tutte critiche superate.

articolo igino.png


 

CERVINO: VARIAZIONE URGENTE DEL BILANCIO

bilancio variazione

Variazione urgente del bilancio al comune di Cervino disposta dalla giunta regionale, o meglio da 3 su 5 componenti visto che la Vigliotti era assente e c’è un posto ancora vacante.

Dunque la variazione urgente di bilancio approvata dalla giunta, ma decisione che dovrà essere sottoposta al voto del consiglio comunale entro il 30 Dicembre, riguarda i diritti di rogito dovuti sembra dal comune di Cervino nei confronti dell’ex segretario comunale Giovanni Di Domenico. Infatti il 31 Luglio 2017, in pratica un paio di settimane dopo la sua defenestrazione dovuta a pressioni di Carmine Pascarella sul sindaco De Lucia.

Si dice nella delibera che al segretario spettano diritti di rogito che vanno rideterminati a seguito di una modifica legislativa del settore pari a un aumento di 3.623,10€ compresi gli oneri contributivi.

I diritti di rogito non sono altro che le tasse che i comuni sono obbligati a esigere per la stesura di determinati atti.

La cosa che ci pare un po’ assurda è che i comuni già sanno in anticipo quanto sia il conto, in quanto il calcolo ha una serie di tecnicismi tali per cui i comuni non sono presi alla sprovvista, ma non sembra così per il comune di Cervino.

La cosa che non capiamo è che non viene indicato l’importo complessivo dei diritti di rogito ma solo l’aumento previsto dalle modifiche legislative, almeno così ci sembra. Bisognerebbe essere un po’ più dettagliati visto che si sta ricorrendo a una deliberazione di urgenza, la quale poi dovrà essere sottoposta al consiglio e la giunta ha un solo componente in più rispetto all’opposizione.

Una cosa che per noi è poco chiara, ma qui ammettiamo tutta la nostra ignoranza e ci piacerebbe avere qualche spiegazione in merito. Dunque secondo l’opinione della Corte Costituzionale i segretari di fascia A, B devono vedersi riconosciuto il diritto al 100% del rogito in comuni con personale privo di qualifica dirigenziale.

Ora noi ci chiediamo a questo punto il comune di Cervino è un comune cui manca personale con qualifica dirigenziale? E’ sempre mancato questo tipo di personale da quando Di Domenico ha prestato servizio?

Domande che pensiamo pure all’opposizione interessi avere risposta, ma forse non solo all’opposizione.


 

 

 

SMAV: CULTURA, TURISMO E L’UOMO DELLE CAVERNE

die-erfindung-des-rades-7873

Nell’ambito del progetto “Santa Maria a Vico tra Cultura, Storia e Folklore”, cofinanziato con fondi POC Campania 2014/2020, Sabato 2 e Domenica 3 dicembre 2017 si svolgerà l’evento “La Francigena a Santa Maria a Vico: un percorso nella storia”, a cui parteciperanno il presidente dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, Massimo Tedeschi, il presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca, una delegazione della Regione Campania e numerosi amministratori locali.

Prendiamo spunto da questo evento culturale molto bello e significativo per approfondire il problema -per alcuni- della cultura. Eh si perché certi signori la ritengono inutile e dispendiosa se poi si pensa alle famiglie in difficoltà che non c’hanno da mangiare e bla bla bla e #nessunopensaainostribambini!

Perché poi fare entrambe le cose, cultura e sostegno ai deboli, sia vietato pare.

Non ci sorprendiamo di questi commenti, infatti i Italia sembra che il 47% della popolazione, di tutte le fasce d’età e livello di istruzione, sia analfabeta funzionale, cioè non è in grado di capire ciò che legge, non è in grado di capire il senso di una conversazione, non è in grado di seguire un libretto delle istruzioni, qualsiasi cosa legge su internet o su Facebook li prende come dogma di verità manco le avesse detto il Papa all’Angelus.

Insomma è nu scem!

Poi ci si sorprende che l’Italia ha il problema dei “cervelli in fuga”, cioè persone dotate di enormi capacità intellettive, organizzative, manuali, culturali che lasciano il nostro paese per lidi più accoglienti.

In genere si accusa di questo lo Stato, non in grado di rendere appetibile il paese per queste persone geniali, in verità -secondo noi- questi fuggono perché parlano una lingua incomprensibile ai più, non hanno nessuno che li capisca nel nostro paese.

Santa Maria a Vico se non vuol vedere in piccolo lo stesso che sta succedendo a livello nazionale deve decidere cosa fare da grande. Vuole essere un paese dormitorio, al momento lo è già, allora costruisca palazzi su palazzi e qualche giardinetto per gli anziani e i bambini. Vuole essere un polo industriale, allora costruisca infrastrutture in modo da favorire il trasporto di merci su gomma, ad esempio. Vuole essere una città turistica, come noi auspichiamo da decadi, allora è il momento di favorire le azioni di carattere culturale, scoprire se stessi, attraverso la conoscenza del proprio passato si può avere una chiarezza del presente e di quali azioni intraprendere per il futuro.

Dobbiamo dire che nonostante questa amministrazione abbia sul tema di quale configurazione debba avere questo comune idee alquanto confuse, ha però cercato e cerca di scoprire questa via turistica e va dato atto all’assessore alla cultura Michele Nuzzo di aver intrapreso anche scelte coraggiose. Solo il tempo può dirci se saranno vincenti o meno.

Avere una vocazione turistica può essere di aiuto non solo nell’avere e pretendere un paese vivibile, ma soprattutto bello, ma è un sostegno pure per i commercianti, e può essere modo per creare nuove possibilità di guadagno vedi i Bed and Breakfast che fino a qualche anno fa erano cose sconosciute dalle nostre parti ora stanno diventando sempre più noti.

E’ chiaro che le sciocchezze non si devono fare e dire, ricordiamo ancora con dolore il servizio di Rai3 dove si parlò di una scemenza come il piatto tipico locale delle tre patate. Però fu comunque un evento importante tanto che, noi lo ricordiamo molto bene, portò a Santa Maria a Vico, già il giorno dopo il servizio, alcuni turisti mossi dalla curiosità di scoprire le bellezze della Basilica dell’Assunta, altro punto di forza della comunità vicana.

Insomma con la cultura si mangia, nonostante siamo circondati da una banda di scemi.

Noi immaginiamo il primo uomo che capì che una ruota poteva aiutare a far sopravvivere la sua comunità, ci immaginiamo questo genio delle caverne, ridere di gusto, mentre la sua idea nasceva, nel vedere rotolare un sasso, e attirandosi le ire dei suoi compagni che rischiavano la vita nella caccia per non far morire di fame i bambini.

Pare che gli uomini delle caverne fossero meno scemi di quelli dei grattacieli di oggi visto com’è andata la storia.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006

 

hakuna matata

genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

 

 

 

SMAV: SERVIZIO CIVILE AL VIA I PROGETTI A TUTELA ANZIANI E DISABILI

veronica-biondo-640x811

comunicato

Veronica Biondo : “  Il Servizio Civile a fianco di persone anziane e disabili è un ‘occasione di crescita”.

Il sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, e l’assessore alle Politiche Sociali, Veronica Biondo, informano la cittadinanza che sono stati  attivati, nell’ambito del Servizio Civile Nazionale, in collaborazione con l’Arci, i progetti dal titolo  “L’età che non c’è” e “ Vivere senza barriere”, rivolti rispettivamente ai cittadini ultrasessantacinquenni e ai cittadini diversamente abili. Il servizio consiste nelle seguenti prestazioni: accompagnamento disbrigo pratiche all’esterno, accompagnamento e partecipazione di attività di tempo libero\intrattenimento, accompagnamento presso familiare o vicinato. Chi fosse interessato può rivolgersi allo sportello dei servizi sociali tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 12 e il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle ore 17. “Sono due progetti già sperimentati l’anno scorso che hanno raggiunto ottimi risultati – dichiara l’assessore alle politiche sociali Veronica Biondo –    Dedicare un anno della propria vita, in particolare quando si è giovani (il servizio Civile Volontario è aperto a ragazzi e ragazze dai 18 ai 28 anni ) contribuisce  alla costruzione di se stessi come individui che fanno parte di una comunità. Significa confrontarsi con realtà anche difficili: di malattia, di vecchiaia, di emarginazione, di fragilità.  Realtà completamente ignorate perché lontane”.


 

SMAV: PROGRAMMA PER IL NATALE … LO SAPEVATE?

christmas1

Anche a Santa Maria a Vico come in altre parti del mondo creato si ha intenzione di prepararsi al Natale attraverso eventi culturali, musica, spettacoli e tradizione popolare. Con giornate dedicate ai bambini e agli anziani.

Che bello! Ma diciamola tutta questa è solo l’intenzione indiretta, la verità è quella di dare una mano ai commercianti a tirar su qualche soldo in un periodo economicamente allettante per loro. Non c’è nulla di male a inserire anche questo elemento. Sempre se ovviamente si ha intenzione di aiutarli.

Allora passiamo al programma che dobbiamo dire all‘albo pretorio presenta scarne informazioni.

Infatti subito si comincia con un 6 dicembre 2017  con addobbi natalizi e artisti da strada, lungo le strade saranno accese luminarie e vi saranno intrattenimenti in Piazza Roma. Tutti giorni dal 6 al 10 dicembre i mercatini di Natale saranno di scena ma non è indicato alcun orario.

Sempre il 10 vi sarà il Villaggio di Babbo Natale stavolta gli orari ci stanno ma non viene detto dove sta sto villaggio.

Parata Disney, forse voleva scriversi Parata personaggi Disney, abbiamo dei dubbi che il noto brand americano partecipi ai mercatini Santamariani.

Poi è scritto che vi saranno 5 giorni di arte, cultura e divertimento ma non sono indicati questi giorni, presumiamo quelli dal 6 al 10 dicembre.

Giornata degli anziani il 12 dicembre dai padri oblati e poi una pausa in pratica a riprendersi il 16 e 17 con il teatro delle marionette, magari sarebbe stato bello scrivere pure chi lo metteva in scena. Così come il concerto di Natale che si terrà il 17 in San Nicola Magno, pure sarebbe stato carino scrivere chi lo fa.

Si chiude il 6 Gennaio con l’arrivo della Befana a Piazza Roma, non è dato sapere a che ora è previsto l’atterraggio della simpatica vecchietta.

Insomma un programma scritto con l’unghia incarnita del piede, speriamo che il manifesto murario sia più accattivante.

Passiamo ai costi. Per queste manifestazioni è prevista una spesa di 19.394€ che se tutto va bene un 5 mila e mezzo saranno coperti dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Caserta.

A “occhio” sembrano davvero tanti soldi per una manifestazione del genere. Eppure non vediamo marketing, non vediamo comunicazione, non vediamo nomi di “grido”, non vediamo come possa competere questa Natale Santa Maria a Vico con quelli dei paesi vicinori. Ma con una cifra del genere dovrebbe essere certo organizzare un evento di successo, vedremo.

Pero’ segnaliamo che a meno di una settimana dal grande inizio non si vede manco un manifesto.

Ora non sappiamo se questa spesa di quasi 20 mila euro sia tanta o sia poca, sia adeguata o meno, pero’ suggeriamo a chi di dovere di stilare seppur in maniera approssimativa un minimo di presenze e di guadagno per i commercianti, in modo che se non dovessero essere accettabili il prossimo anno si puo’ cambiare qualcosa e migliorarsi altrimenti si buttano soldi. Poi se invece le presenze e i guadagni sono ritenuti accettabili allora si saprà di essere sulla giusta strada.

Soprattutto sarebbe interessante conoscere come sono stati ripartiti i soldi spesi in base alle varie attività in calendario.

PROGRAMMA_NATALE_2017


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006

 

hakuna matata

genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325