In questi giorni tanti sono gli eventi degni di nota ma per una questione di brevità dobbiamo segnalare quelli che ci sembrano più importanti. Dunque il consiglio dei ministri ha partorito il decreto “dignità”, in pratica una serie di norme che andranno a regolamentare il mondo del lavoro. Difficile darne un giudizio in quanto questo tipo di norme inevitabilmente vanno viste all’atto pratico e poi valutate, quindi aspettiamo i futuri dati ISTAT sull’occupazione per capire se trattasi di cosa buona oppure no. Noi possiamo solo fare un paio di considerazioni: una sul nome, sta diventando stucchevole giocare su norme riguardanti il lavoro, già era odioso jobs act ma dignità pare ancora più imbarazzante. Giudizio assolutamente personale. Ciò che invece riteniamo oggettivo è il fatto che…