Giorno: 20 novembre 2017

ARIENZO: CAMPO DA CALCIO DA 400.000€

A7XE4TLZ

Arienzo avrà un campo di calcio di livello. E’ stata pubblicata all’albo pretorio la delibera che da avvio al progetto esecutivo finanziato con un muto ICS per il rifacimento del manto erboso, ma non solo quello, per un importo complessivo di ben 400.000€ tondi tondi.

Il campo in questione è quello della via Vecchia Caudarola.

Di certo il prezzo è in linea con gli standard dei costi, ma ci chiediamo a che pro spendere tutti sti soldi.

Certo è giusto che si giochi su un campo in ottime condizioni, nel rispetto della normativa, che è un modo pure per non farsi male, ma ad Arienzo vi sono società di calcio che giocano in campionati tali per sostenere tale spesa?

Per capirci lo stesso prezzo qualche anno fa fu speso a Genova per la rinascita del campo Branega a Pra’ con una divisione della spesa tra amministrazione, una società di calcio e una di rugby.

Stesso prezzo per un comune del nord -Casate- anche qui vi è stata una sinergia tra la parrocchia che ha donato il proprio terreno, il comune che ci ha messo i soldi, e le varie società sportive -ben 10- che si sono accollate gli oneri di manutenzione.

Ribadiamo che certamente è un’opera di cui evidentemente se ne sentiva la necessità, ma forse se si costruivano due campi di calcio a 7 ex novo con anche le linee per il tennis, magari si facevano contenti gli sportivi di tutte le età, si risparmiava almeno un 300 mila euro a occhio e croce. Però chissà magari vi sono velleità calcistiche che noi ignoriamo, infondo se il Chievo gioca in serie A, perché no una compagine arienzana!?


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006

 

hakuna matata

genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325
Annunci

SMAV: CONSIGLIO COMUNALE CONVOCATO. SECONDO NOI NON VIENE RISPETTATO IL REGOLAMENTO. SPIEGHIAMO IL PERCHE’.

 

consiglio comunale 21,11,2017

Martedì 21 Novembre alle 17:30 si terrà il consiglio comunale in Santa Maria a Vico. Lo sappiamo per via di un manifesto murario apparso, mentre sarebbe stato opportuno che la comunicazione ufficiale avvenisse prima all’albo pretorio visto che incredibilmente il verbale della seduta della capigruppo porta la data del 13.11.2017.

A questo punto speriamo di leggere qualcosa in più all’albo di quello che si legge in maniera stringata sul manifesto. Sappiamo che vi sono tre mozioni, ma non sappiamo quali, sappiamo che vi sono delle interrogazioni, ma non sappiamo quali e quante. Così giusto per la trasparenza, na cosuccia da niente insomma.

Sempre in tema di trasparenza, sarà questo, il primo consiglio comunale in streaming, quindi, se sarà così, sarà un consiglio comunale per certi versi storico, cosi il vice-sindaco Crisci sarà contento di non citare la storia a casaccio.

Un consiglio comunale che si riunisce, come è stato notato anche dall’opposizione e precisamente da Carmine De Lucia, sempre quando vi è una scadenza, in questo caso è la variazione di bilancio. Infatti tale modifica va presentata al consiglio entro 60 giorni dalla deliberazione della giunta. Tale deliberazione v’è stata il 28.09.2017 e il consiglio si terrà in pratica una settimana prima della scadenza, altrimenti la variazione si ha per decaduta.

Dobbiamo -ahinoi- nonostante si sia finalmente capito che le mozioni e interrogazioni vengono prima degli altri argomenti e non alla fine, constatare l’illegittimità del prossimo consiglio comunale. Ovviamente se interpretiamo bene legge e regolamenti.

Dunque in base al regolamento per il funzionamento del consiglio comunale all’art.23 stabilisce che le questioni riguardanti il bilancio di previsione e rendiconto di gestione le sedute devono essere trattare in seduta ordinaria, ora per il principio secondo noi del minus dixit lex quam voluit (la legge ha detto meno di quanto ha voluto), rientrano nelle sedute ordinarie anche le variazioni al bilancio stesso. La seduta di Martedì sarà invece a carattere straordinario.

Quindi, sempre secondo il nostro punto di vista, la seduta è illegittima. E’ evidente che lo diventa se le opposizioni si riserveranno di impugnare nelle sedi competenti questa seduta, cosa che noi non pensiamo non verrà fatto. Figuriamoci se fanno qualcosa di interessante!

Quindi nelle sedute ordinarie si ha anche un diverso ordine del giorno che non prevede la trattazione di mozioni e interrogazioni tra le altre cose. Magari poi visto che le interrogazioni interessano solo chi fa le domande potrebbero essere svolte nello stesso giorno del consiglio prima dell’appello. Ci vorrebbe una modifica di regolamento.

Piano Piano siamo certi che un giorno tutti capiremo che cos’è e quando si convoca una seduta ordinaria, una seduta straordinaria e una seduta urgente.

Gli altri punti all’o.d.g. in verità non ci interessano più di tanto.