CERCASI DONATORE PER IVAN SALVATORE 0RH POSITIVO. OSPEDALE DI CASERTA S.ANNA E SAN SEBASTIANO.

CHI VA A DONARE DEVE PRESENTARSI A STOMACO VUOTO!!!!!!!

SI PUO’ DONARE TUTTE LE MATTINE ANCHE LA DOMENICA DALLE 08 ALLE 12 PRESSO IL CENTRO TRASFUSIONALE DELL’OSPEDALE UBICATO NEI PRESSI DEL PRONTO SOCCORSO


Non vogliamo citare un comune in particolare, facciamo un discorso generale sia chiaro, ma noi che non abbiamo una gran memoria, ma almeno qualcosa ce la ricordiamo e ci ricordiamo le iniziative, inutili, fatte nel tempo nel cercare di fermare un fenomeno che non si capisce e non si vuol capire quale quello degli incendi.

Ma ve le ricordate le guardie ambientali? Ma cosa poteva essere un cinque anni fa circa? Che fine hanno fatto?

Eppure avevano il compito, andiamo a memoria, proprio di controllare il territorio, certo il loro compito non era fermare i piromani, ma almeno controllare che i fondi fossero “puliti” e si evitassero quei fuochi, detti di pulizia, oggi esiste una cosa chiamata compostaggio, per eliminare sterpaglie e cose così. Non più utili?

Ricordiamo, andiamo sempre a memoria, pure un regolamento che appunto riguardava le guardie ambientali, volevamo riprenderlo perché possiamo ricordare male, ma il sito del comune di Santa Maria a Vico, ove furono per certo istituite, alla sezione regolamenti non ha questo specifico. Ah la trasparenza!

Vi sblocco un altro ricordo: la convenzione con SMA Campania!

Ma come cos’è? Ma se appena cinque anni fa che vi fu questo importante accordo!

In pratica SMA Campania era, è, sarà, una piattaforma che, non stiamo facendo i sarcastici ma davvero fu detto così, attraverso rilevamenti satelittari, aerei, terrestri tramite sensori e radar rendeva possibile individuare non solo siti di discariche abusive, ma addirittura gli incendi scaturiti da tali siti! Forse il sistema è fin troppo tecnologico, magari è talmente efficiente che riesce a distinguere l’incendio del rifiuto da quello delle sterpaglie.

Ma poi come non ricordare le ordinanze dei sindaci che vietano l’accensione di fuochi! Classico caso di scarico di coscienza, per la serie: io sindaco l’ordinanza l’ho fatta, poi se la gente è incivile non posso farci nulla. Ma non funziona così un’amministrazione! Quando si fa un’ordinanza bisogna anche premunirsi di controllare che tale ordinanza venga rispettata, altrimenti è tutto inutile se non utile per appunto scaricarsi la coscienza.

Come detto il fenomeno è complesso e quando si parla di piromani non dobbiamo pensare a chi ossessionato dalle fiamme da fuoco ai boschi. Bisogna invece parlare di interessi. Per esempio una bella ordinanza sarebbe quella di impedire per vent’anni il pascolo sui terreni interessati da incendi. La colpa degli incendi è degli allevatori? Lungi da noi accusare una categoria di lavoratori, ma in passato qualche allevatore ha avuto guai con la giustizia per aver appiccato il fuoco, quindi come dice l’adagio meglio prevenire.

Noi siamo sempre dell’idea che l’area interessata dagli incendi vada recintata e protetta, nulla si deve costruire, o appunto pascolare, ma deve essere utilizzata per il rimboschimento!