revisione-contabile-bftl

Il collegio dei Revisori ha analizzato la situazione del comune di San Felice a Cancello prima di consigliare che l’ente vada in dissesto.

Innanzitutto ha analizzato i Residui attivi.

Prima di farlo anche noi diciamo cosa significano queste due parole. Un Residuo Attivo è la differenza che intercorre tra ciò che si prevede di incassare e ciò che effettivamente si incassare. Esempio Tizio vanta un credito presso Caio di 100€, quindi Tizio si aspetterà di avere 100€, però Caio essendo uno che non c’ha manco le mutande o semplicemente non vuole pagare a Tizio entrano in tasca effettivamente 60€. Ora non è che il resto dei soldi viene cancellato, no ogni tanto Tizio ci prova a chiedere i soldi a Caio, ma questi o perché non vuole o perché non può magari arriva a darne altri 20€. Mancano sempre altri soldi per arrivare alla soddisfazione di Tizio, soldi che se con certezza non saranno più presi dovranno essere eliminati dal bilancio. Ora sostituite alle parole Tizio=Comune e Caio=cittadini morosi e il gioco è fatto.

Addirittura il comune vanta da questi cittadini la bellezza 21 milioni di euro! Ma la cosa interessante è che il periodo considerato è prima dell’insediamento di Pasquale De Lucia, infatti si trattano dei mancati pagamenti di ICI-IMU; TARSU; Servizo Idrico; Multe Codice della Strada anni 2009-2013! 

Di questi il comune non potrà più percepire 7 milioni e passa in quanto la situazione giuridica dei debiti -diciamo così-non si è perfezionata. Ma bisogna dire che sarebbero molto di più in quanto i debiti prima del 2009 sono andati in prescrizione.

Siccome la percentuale delle entrate era del 50% a fronte di una soglia del 65%, era evidente che la mancanza di liquidità si stava facendo sentire di anno in anno. Il collegio dei revisori consigliava al comune di passare a una gestione diretta della riscossione tributi e fare a meno della società IAP che gestisce il servizio. Queste le parole dei Revisori: la situazione di crisi dell’ente deriva dalla insufficiente capacità di riscossione con ripercussioni sulla liquidità disponibile.

Incredibile la gestione dei debiti fuori bilancio adottata dagli uffici competenti.

Cosa sono i debiti fuori bilancio. Facciamo sempre un esempio: Tizio organizza una cena con 10 invitati e ha previsto per il menù che presenterà oltre nel far sentire a loro agio gli ospiti che spenderà ben 150€, i convitati telefonano Tizio dicendogli che per la cena vi saranno due persone in più. Ecco la spesa per coprire le due persone che Tizio dovrà fare non era prevista è un’emergenza, è un debito fuori bilancio.

Questi debiti non sono mai stati definiti con certezza come dice il collegio dei revisori la presenza di debiti fuori bilancio è divenuta nel tempo fenomeno sistematico e strutturale …

Ancora: è evidente conseguentemente  nel corso degli anni, che il valore elevato dei debiti fuori bilancio è sinonimo di una carente attività di verifica dello stato e della gestione del contenzioso …

Quando arriva il commissario e vuole sapere effettivamente quali sono e quanti sono viene stilato un elenco dai Responsabili preposti ed ecco che la somma arriva a 9.859.021,33€ per debiti fuori bilancio.

E la politica non ha colpe?

Certo che ne ha, non tanto secondo noi nell’aver creato il problema, ma non essere riuscita a risolvere nonostante i campanelli di allarme. Forse si è pensato che con le anticipazioni di tesoreria e con la lotta all’evasione oltre che con la dismissione del patrimonio pubblico si sarebbe riusciti a ricucire il problema.

Ma una lotta all’evasione alquanto blanda, una dismissione con gara deserta con soldi già impegnati tra l’altro, oltre alle anticipazioni di Tesoreria quindi insufficienti ad arginare il problema e poi divenute parte dello stesso, hanno portato a questa situazione.

Ergo: hanno sbagliato tutti. 

I cittadini nel non pagare, il detto pagare tutti pagare meno, è frutto dell’esperienza non della speranza che sia così

I Responsabili dei settori che hanno sottovalutato l’entità dei debiti.

La politica nel non aver messo la mano nella tasca degli evasori, forse preoccupata dalle conseguenze in termini elettorali.

link della relazione del collegio dei revisori: allegato-2


immaginegepa
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it

Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

hakuna matata
genesis