urna_e_schede_-_referendum_costituzionale_2016

Quindi vince il No con un affermazione netta il 59,11%. Ma è il dato dell’affluenza 65.47% che rende il risultato referendario pieno di conseguenze politiche tanto che il presidente del consiglio Renzi oggi si presenterà dal Presidente della Repubblica Mattarella per le inevitabili dimissioni.

Si aprono chiaramente degli scenari ma non è su questo blog -che si occupa di altro- possiamo sviscerare. L’unica cosa che ci sentiamo di dire è che speriamo ardentemente di ritornare alle urne per le politiche il più presto possibile anche se si voterà con due sistemi elettorali diversi contemporaneamente. Perché se mai dovessimo avere un altro governo proprio non ce la facciamo più a sentire la tarantella del presidente non eletto da nessuno, soprattutto da chi dice che ha difeso la Costituzione. Per gli ovvi motivi che non spieghiamo.

Prima di passare all’analisi del voto di Valle di Suessola permetteteci una piccola digressione su un immenso idiota di nome Piero Pielù. Non stiamo qui a riprendere la fesseria delle matite da ciucciare o cancellabili, per carità non ci abbassiamo a questo. Ma O immenso idiota con quel gesto cosa pensi di aver creato? Problemi a Renzi? Problemi al sistema? No! O emerito idiota, tu hai creato e stai creando problemi a quei poveri disgraziati nel seggio quali: Presidente, segretario e scrutatori che sono normali cittadini che, vuoi per bisogno o per senso civico, hanno messo a disposizione le loro giornate per far si che anche un emerito idiota come te potesse esprimere il suo voto.

Attenzione: definiamo il cantante Piero Pelù emerito idiota consapevoli della possibile querela per diffamazione che questo comporta, ma siamo altresì certi di potere dimostrare l’idiozia dell’ominide in qualsiasi sede giudiziaria.

Passiamo a Valle di Suessola. 

Ora noi siamo rimasti un po’ sorpresi che il No abbia vinto con tanto margine ci aspettavamo un risultato non superiore al 53%. Invece non ci sorprende affatto il dato suessolano, anzi lo avevamo ampiamente previsto.

Andiamo con ordine e parliamo prima di affluenza.

Come detto il dato nazionale più estero dell’affluenza è stato del 65,47%, quello solo riferito all’Italia del 68,48%. In Provincia di Caserta è stata del 59,29%. In Valle di Suessola ha votato il 57,85%, che è comunque una affluenza alta.

Nel dettaglio:

Arienzo: 62,30%

Cervino: 54,36%

San Felice a Cancello: 54,46%

Santa Maria a Vico: 61,65%

Quindi ad Arienzo e Santa Maria a Vico si è avuta una percentuale superiore a quella della provincia ma i dati di Cervino e San Felice a Cancello sono state tanto inferiori alla provincia da far andare tutta la Valle sotto il dato provinciale.

Passiamo al Voto comune per comune:

Arienzo:
Si: 29,38%
No: 70,62%

Cervino:
Si: 31,73%
No: 68,27%

San Felice a Cancello:
Sì: 24,20%
No: 75,80%

Santa Maria a Vico:
Si: 30,24%
No: 69,76%

Valle di Suessola:
Sì: 27,66%
No: 71,33%

Come detto è un dato che avevamo ampiamente previsto. Infatti come potete notare dalla tabella sottostante, il 04 Novembre per tre giorni tenemmo un sondaggio e i risultati sono incredibilmente simili. Ci congratuliamo e complimentiamo con noi stessi, anche per alcune offese ricevute per questo sondaggio.

immagine-sondaggio

 


immaginegepa
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it

Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

hakuna matata
genesis