Non abbiamo capito!

Ci riferiamo a questo scritto del Movimento 5 Stelle di San Felice a Cancello sulla loro pagina web: “La nostra amministrazione ha, ancora una volta, dimostrato tutta l’efficienza e la capacità organizzativa di cui è capace la cosiddetta vecchia classe dirigente ed i giornali e “blogger” locali le loro doti di cacciatori di notizie scomode.” Riferendosi in modo ironico all’edificio che dovrà ospitare l’alberghiero ancora non pronto, ma soprattutto prendendosela con -tra gli altri- i blogger locali.

Ora a parte il fatto che esiste IL blogger locale e siamo noi inevitabilmente. Siamo sorpresi noi colleghi del loro Beppe Grillo -con battute migliori- essere messi in mezzo a questa vicenda. Una risposta la dobbiamo non fosse altro per il rispetto che nutriamo per i 235 votanti della lista del M5s alle ultime elezioni comunali. In pratica l’accusa è che non abbiamo parlato di sto fatto dell’alberghiero che non è pronto.

Per la precisione non abbiamo tirato fuori le nostri “doti di cacciatori di notizie scomode”. A scanso di equivoci noi siamo contrari alla caccia in tutte le sue forme, quindi anche delle notizie, noi siamo blogger mica giornalisti d’assalto o reporter. Il blogger, come lo facciamo noi, prende un fatto dalla realtà locale -in genere di carattere politico e culturale-  lo rielabora in base alla sua sensibilità e capacità comunicativa per renderlo fruibile ai suoi lettori, ma soprattutto impregnandolo del suo punto di vista che non sarà mai – e non vuole esserlo- oggettivo. Cioè ma vedi se noi dobbiamo spiegare agli adepti del sacroblog cosa fa un blogger!

Notizie scomode? No le notizie non sono né scomode né comode, sono notizie, a qualcuno faranno un po’ male a qualche altro meno, dipende da tanti fattori. Se dicessimo che la Raggi ha rifiutato di partecipare ad un incontro in Vaticano perché non presente il Papa che lei considera suo omologo, questa è una notizia, comoda o scomoda lo sarà negli occhi di chi legge.

Passiamo al caso in questione. Insomma l’alberghiero non è pronto e … quindi?

Fatemi capire o adepti del Grillo onnipotente a voi l’alberghiero vi sta bene o no?  L’edifico non è pronto, ma voi avevate in mente un’altra soluzione, avete visto per caso gli operai non lavorare o i lavori fermi? Se le risposte sono affermative perché parlate solo ora!?

Se voi aveste riportato le parole del primo cittadino che diceva: “A giorni termineranno i lavori dei locali che ospiteranno il nuovo Istitutto Alberghiero in San felice a cancello, vi sono già molte iscrizioni ma colgo l’occasione di sollecitare tutti coloro che possono pubblicizzare il nuovo corso di studi al fine di ottenere altre iscrizioni!!! Grazie!!!!”

Era il 2 Luglio. Certo sarei stato con voi, avremmo gridato: SINDACO DE LUCIA VAI A CASA SEI CIRCONDATO VOGLIAMO RO-DO-TA’ SINDACO... ma non l’avete fatto. Nemmeno noi ovvio, ma non siamo l’opposizione, voi dovete farla, voi dovete mettere in risalto le incongruenze. A noi umili blogger il compito riservato è fare da megafono. Ma questo dovreste saperlo O miei ortotterini.

Torniamo a bomba, prendiamo il caso della ragioneria a Santa Maria a Vico, per parecchi anni i ragazzi si sono dovuti “arrangiare” in un condominio mentre a poche centinaia di metri si stava costruendo quella che ad oggi è una meravigliosa struttura e che proprio il fatto di essere come struttura eccellente è cresciuta nella sua offerta didattica, oggi chiamarla ragioneria è riduttivo, perché non è solo quello. Cosa avrebbero dovuto fare i sindaci dell’epoca per voi, andare in provincia e dire ah vabbè ci abbiamo provato non siamo pronti toglieteci la scuola. Meno male pericolo scampato.

L’alberghiero è una grande opportunità, per noi almeno lo è, per voi? Avete un’altra soluzione per la struttura in sé o per la scuola nel suo complesso, bene qual è?

Siamo curiosi.

Rispondete però, non fate i grullini.

logo pubblicità Immagine

 

sesto senso Immagine genesis