Il comune di Santa Maria a Vico fa sul serio è da incarico a un legale –avv. Carlo Puoti– per recuperare quei crediti che vanta nei confronti dei comuni dell’ormai disciolto Ambito C2 e cioè: Arienzo, Cervino, San Felice a Cancello, ambito-c2Maddaloni e Valle di Maddaloni.

Non tutti i comuni in realtà saranno interessati dal ricorso innanzi al tribunale di Santa Maria Capua Vetere, fa eccezione Arienzo, in quanto come viene spiegato nelle determina siccome ha pagato la maggior parte della sua quota verrà interessato in un secondo momento. Un modo per dar tempo evidentemente e lasciare che il comune paghi il suo dovuto.

Ci pare una cosa assolutamente giusta, se ci sono dei comuni debitori è giusto che il creditore si rivalga nei loro confronti, anche perché poi lo stesso comune di Santa Maria a Vico rischia di essere aggredito dai creditori dell’ambito. Ci pare inevitabile.

Però sono due i punti che ci lasciano perplessi.

Il primo punto riguarda il fatto che come detto i comuni debitori saranno i comuni che faranno parte del consorzio, cosa fa pensare che questi comuni in un prossimo futuro paghino il dovuto? Certo Santa Maria a Vico non sarà più comune capofila quindi non si accollerà anche i loro problemi, ma senza soldi non si cantano messe come recita l’adagio, in parole povere, senza soldi non possono essere messi in campo quelle opere fondamentali dal punto di vista sociali per i cittadini. Pensiamo ai servizi per l’infanzia o per gli anziani, ma in realtà il campo è vastissimo.

L’altro punto che troviamo strano è l’esclusione di Arienzo dalla lista dei cattivi. La motivazione ci sta è condivisibile, il comune ha pagato la maggior parte dei suoi debiti -anche se non viene specificato in che percentuale- è aggiungiamo noi ha pure emesso una delibera di impegno di pagamento per il Consorzio. Ma allora San Felice a Cancello?

Anche San Felice ha emetto stesso tipo di delibera, poteva il comune di Santa Maria tenerne conto. Non sappiamo a quanto ammontano i debiti di San Felice nei confronti dell’ambito, ma se vi è stata la buona volontà nonostante il dissesto di pagare la propria parte riguardo il consorzio si poteva anche concedere lo stesso tempo che si è concesso ad Arienzo.

E’ chiaro che messa così ci sembra che si sia fatto a chi figli e chi figliastri, ma non abbiamo i numeri sottomano, quindi magari i debiti di San Felice a Cancello sono talmente grandi e importanti che non si è potuto fare diversamente. Certo magari inserire gli importi dovuto nella determina non era poi una brutta cosa da fare, anche per rendersi conto effettivamente di quanti soldi si sta parlando e soprattutto quali servizi sono messi in pericolo dal mancato introito di queste quote.

Determina: memdoc_creapdf_1633413036158248683736709952925


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

immaginegepa
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it

genesis hakuna matata

.

 

 

 

 

 

 

 

 

dsc_0067 dsc_0073

 

 

 

VENDO: Suzuki V-Strom 650 Prezzo: € 5.800,-Chilometraggio:  27.000 km circa  Anno: 04/2013 Carburante: Benzina Potenza: 65 kW (88 CV) Data revisione: 04/2017 Dati dell’auto: Colore: Nero metalizzato unico proprietario Cambio: Manuale Equipaggiamento del veicolo: ABS, Avviamento elettrico, 4 Bauletti,  porta navigatore e porta telepass , Cupolino, Marmitta catalitica, Parabrezza con deflettore, Paramotore presa 12V fendinebbia  proteggimoto givi, cavalletto centrale appena tagliandata moto perfettissima tenuta in modo maniacale (vedere per credere, neanche un graffio)… pari al nuovo.   , .. sono a disposizione per qualunque chiarimento. CONTATTO: alessandrodangelo78@virgilio.it