Mancano 47 giorni alle elezioni. Questa settimana è stato certamente Azione di Calenda e tutto il centro-sinistra a tenere alta l’attenzione dell’elettore. Anche se, bisogna distinguere l’elettore medio dall’elettore di sinistra notoriamente dedito al tafazismo. Infatti, prima dell’alleanza di Azione con il Pd era tutto un: ah! la sinistra non impara mai, divisi si consegna il Paese alle destre. Arriva questa alleanza e l’elettore tafazista sbava un: ah! la sinistra non impara mai, questo è un mappazzone elettorale che non ha futuro. Poi Azione si sfila e niente c’è sempre un motivo per lamentarsi con: ah! la solita confusione a sinistra. Nello specifico Calenda viene in queste ore colpito dalla critica politica a prescindere da quello che fa. Quando si è alleato con il…