Giornata importante quella di ieri per l’elezione del Presidente della Repubblica. Sono sempre le schede bianche a prevalere, ma stavolta c’è una novità importante nell’uno e nell’altro schieramento e cioè: la ribellione. Quella più evidente è di Fratelli d’Italia. La consegna era di votare scheda bianca ancora, ma i grandi elettori del partito fanno sentire la loro sofferenza a questo metodo di portare avanti le “innumerevoli consultazioni” di Salvini come diranno in un comunicato. Dunque i senatori in particolar modo di Fdi dapprima non si presentanno alla chiama e poi a sorpresa entrano e votano Crosetto. La cosa curiosa è che questo nome viene segnato sulla scheda molte più volte di quello che ci si aspetta e considerando che è un nome “trovato” all’ultimo…