Giorno: 13 maggio 2019

SMAV: SINDACO PIROZZI SI CONGRATULA CON PASQUALE PAPA NOMINATO SEGRETARIO GENERALE ALLA PROVINCIA DI SALERNO

Pasquale Papa.jpg

«Esprimiamo grande soddisfazione per la nomina di Pasquale Papa a Segretario generale dellaProvincia di Salerno. Papa è persona che tutti conoscono ed in paese ammirano per le sue qualitàpersonali e professionali.

Lo ricordiamo anche quale amministratore pubblico del nostro territorio, essendo stato Consigliere comunale. Dopo aver guidato la Segreteria generale della Provincia diTeramo, questa è l’ennesima tappa di una carriera fulgida e, gli auguriamo, sempre più splendente», afferma il sindaco Andrea Pirozzi.

Pasquale Papa, 60 anni, è nato a Santa Maria a Vico. Laureato in Giurisprudenza presso
l’Università degli Studi di Salerno, è avvocato abilitato alla professione. Dal 1993 svolge il ruolo di Segretario generale e Direttore generale in diversi comuni, tra cui Maddaloni. Dal 2014 svolgeva il ruolo di Segretario generale della Provincia di Teramo.


 

Annunci

ARIENZO: AL VIA CAMPAGNA SCREENING

IMG-20190513-WA0011
COMUNICATO STAMPA
CAMPAGNA DI SCREENING
L’amministrazione comunale è lieta di informare tutti i cittadini della Valle di Suessola che venerdì 17 maggio dalle 9:30 alle 18:00 a piazza Lettieri Arienzo (CE) sarà effettuata, con una struttura mobile, la campagna di screening organizzata dall’ASL Caserta.
Anche quest’anno lo screening di mammella, colon retto e collo dell’utero sarà effettuato direttamente ‘a casa nostra’, quindi non perdete l’occasione.
Il sindaco Davide Guida: vista le grave situazione ambientale di cui siamo venuti a conoscenza negli ultimi anni, esprimo grande soddisfazione per la costante collaborazione con l’ASL Caserta, che ci consente di essere sempre presenti nel campo fondamentale della prevenzione.

SMAV: L’INCONSCIO DI CARMINE DE LUCIA E’ GIA’ IN MAGGIORANZA SI ATTENDE IL RESTO.

sigmund-freud-inconscio-psicoanalisi.jpg

Ci sono ottime notizie per il Piazza Aragona!
Con l’arrivo del finanziamento ottenuto per il centro di protezione civile si aprono tantissime prospettive interessanti per il futuro del complesso aragonese, e durante il convegno di ieri sulla questione, ho sottolineato il mio punto di vista:

Abbiamo l’opportunità, come amministrazione, di ridare vita al complesso aragonese, aggiungendo uno spazio multimediale che racconti la storia aragonese, facendo riscoprire alla comunità e soprattutto alle nuove generazioni, la storia che ha portato al radicamento sul territorio del culto dell’Assunta.

A questo ho proposto di affiancare l’apertura di attività di aggregazione, come centri per i giovani o punti di incontro per anziani, che permettano il connubio piazza-sagrato dell’Assunta, dando vita ad un ambiente inclusivo e che faccia da ponte tra il nostro passato ed il nostro futuro.

Questo è il post che è apparso ieri sulla pagina che porta il nome e cognome del consigliere che noi definiamo di finta opposizione, Carmine De Lucia.

Non ci soffermiamo su alcuni strafalcioni che capita per carità come “Il Piazza Aragona”, noi di errori grammaticali ne commettiamo tanti, so refusi come si suol dire.

Non ci soffermiamo nemmeno sulla storia all’acqua di rose riguardante la devozione radicata dei santamariani alla Madonna Assunta, che ben antecedente al periodo aragonese.

Non ci soffermiamo nemmeno sulla proposta di far divenire il complesso aragonese un centro di aggregazione per giovani e anziani in quanto lo è da più di un secolo almeno.

Ma è questa frase che ci ha colpito: Abbiamo l’opportunità, come amministrazione ecc ecc.

Secondo noi un politico pesa bene le parole soprattutto poi se di lungo corso come De Lucia. Avrebbe potuto utilizzare altre espressioni tipo: noi come rappresentanti delle istituzioni, rappresentanti dei cittadini.

Abbiamo finalmente gettato la maschera?

Un pochino di grammatica italiana ce la ricordiamo ancora. E se pure questo è un refuso siamo al nodo gordiano o se vogliamo ancor meglio al lapsus freudiano.

Siamo certi rinnegherà questo che abbiamo scritto e che stiamo sostenendo da mesi, se non anni, ma è un rinnegare se stessi.

L’inconscio ci conosce meglio di noi.


copertina