Conferenza stampa della Settimana della Cultura, il sindaco Andrea Pirozzi evidentemente entusiasta per quello che il suo assessore alla cultura Michele Nuzzo è riuscito a realizzare: “siamo alla seconda fase, dopo una prima fase caratterizzata dalla riqualificazione e abbellimento, dopo il tg3 che ha avuto il suo risultato stiamo dando una bella immagine.”conferenza stampa sett cultura
Il sindaco ha accennato ad altre iniziative culturali nel prossimo futuro che interesseranno Santa Maria a Vico in particolare la via Appia come iniziative che riguarderanno le facciate di alcuni palazzi intorno alla piazza Aragona e l’inclusione della via Appia o meglio il riconoscimento di Santa Maria come tappa della via francigena; il sindaco ha anche ricordato del comodato d’uso del complesso aragonese per realizzare una biblioteca pubblica e archivio.
Settimana della cultura che davvero sarà ricca di avvenimenti molto variegati di cui già accennammo ad un altro articolo a cui rimandiamo –https://pungiglioneblog.com/2016/08/30/settimana-della-cultura-a-smav-abbiamo-il-programma/.
Siamo certo curiosi e attenti per questa serie di eventi consapevoli comunque che non è semplice fare qualcosa del genere e di certo ne apprezziamo il coraggio.
Nel suo intervento Michle Nuzzo ha elogiato l’amministrazione di cui fa parte: “questo progetto culturale rientra in un progetto più ampio come la via francigena e la convenzione con gli oblati … un impegno notevole abbiamo cercato di soddisfare tutte le esigenze … questa amministrazione guidata da Andrea Pirozzi per l’ennesima volta usa l’espressione prima volta.”
Lo stesso assessore ha voluto porre l’accento sulla nascita di questa settimana della cultura fatta sia per valorizzare il territorio sia per poter esportare le bellezze e potenzialità della città di Santa Maria a Vico all’esterno del territorio suessolano.
Programma che secondo l’assessore alla cultura -che è anche al bilancio- sono stati spesi solo 7.000 euro per esigenze tecniche.
Quello che abbiamo noi notato e di fatto rilevato nella conferenza stampa che pare che gli eventi si sovrappongano durante la settimana della cultura ci saranno eventi a Rosciano, Loreto, San Marco e altre parti della città ancora ed è un peccato perché in questo modo si rischia di “pestarsi i piedi”, tanto che in alcuni giorni, a detta del sindaco, ci saranno ben 6 manifestazioni presenti in contemporanea . Il sindaco ci ha detto che non si può certo impedire alle tante associazioni presenti sul territorio di non fare, o spostare, i propri eventi e nemmeno si poteva spostare la settimana della cultura in quanto oramai ogni settimana c’è qualche evento e quindi la sovrapposizione è inevitabile. Il vicesindaco Crisci pero ci ha assicurato che comunque non accadrà nei prossimi anni. Vedremo.
Altra cosa che abbiamo posto in conferenza stampa la scelta delle associazioni con quale criterio sono state scelte. Il sindaco Pirozzi ha sostenuto che le associazioni almeno alcune hanno una propria tipicità e hanno dato adesione “quelle che si sono sentite più pronte”. Inoltre secondo il vicensidaco Crisci alcune associazioni hanno “già dato” durante l’anno e quindi non riescono ad essere pronte a questo evento, secondo Nuzzo poi non tutte le associazione hanno nel proprio dna la cultura tout court come vuole essere questa settimana culturale.
Non è mancata dobbiamo dire quella che c’è sembrata una lieve nota polemica posta dall’assessore Nuzzo: “L’assessorato alla cultura è presente da un anno e non da quando c’è la settimana della cultura … se ci sono delle associazioni che vogliono collaborare io dal primo ottobre sono ben lieto di riceverle il comune è aperto”.
Lo abbiamo detto e lo ribadiamo siamo certi che questo evento, se ben gestito, possa essere un volano per Santa Maria a Vico certo ci vorrà continuità se già l’anno prossimo ci si ferma non ha senso quello che si sta facendo adesso. Infatti abbiamo una piccola esperienza personale, proprio domenica ci è capitato di incontrare una coppia giovane proveniente da Aversa che ha visto il santuario dell’Assunta in tv per mezzo del servizio del tg3 ed era entusiasta, ha cercato poi i prodotti “tipici culinari” senza avere riscontro e cercato lumi e spiegazioni sul sito del comune che è una gruviera. Morale della favola se le cose si fanno bene le soddisfazioni arrivano senza inventarsi nulla, le bellezze le dobbiamo solo scoprire i talenti solo valorizzare.

Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

 

Immagine

CLICCA E NAVIGA IN www.ferramentagepa.it

 

logo pubblicità

sesto senso

genesis