Quando si parla di gemellaggio tra città ci viene sovente alla mente un’immagine che è quella di collaborazione e soprattutto di conoscenza reciproca, l’avvicinare le culture soprattutto, riuscire a creare dove possibile magari anche scambi economici.

A noi con tutto il rispetto per il gemellaggio che Santa Maria a Vico ha stipulato con alcune città, e non, d’Europa ci pare manchi questo afflato di scambio e conoscenza. Ma ci pare sia questo gemellaggio più un qualcosa che interessi gli amministratori che ogni tanto fanno un viaggetto ora a Caspe, ora a Gaillac, sebbene ci paia di ricordare non ci siano solo questi due centri gemellati, poi magari si ricambia il favore, ma tutto finisce là. Dove lo scambio culturale? L’accordo commerciale? Un qualche cosa che sia un pochino in più di un ennesimo incontro tra istituzioni?

Tutta questa lunga premessa per dire che la comunità di Caspe, almeno quella cattolica, vivrà questa domenica un momento emozionante e particolare.

A Caspe è conservata una preziosa reliquia e cioè un pezzo di quella che viene definita la Vera Croce. È da 625 anni, quest’anno quindi è come una sorta di giubileo, che la cittadina spagnola conserva questa reliquia ed è un momento talmente importante che vi sarà una messa solenne celebrata dal Vescovo.

Ora quello che vogliamo dire: noi siamo informati su questo evento, ma ci giochiamo 1 euro che gli amministratori e il delegato al gemellaggio in particolare nulla sappia, anche perché non sarà stato avvisato dalle autorità cittadine di Caspe, ci sta. E se fosse così magari ci dovremmo interrogare molto sul senso e sul perché di questo gemellaggio. Ma appunto pure se non si fosse informati su questa cosa nello specifico bisognerebbe attivare dei canali altrimenti questa località rimarrà sempre una gita per gli amministratori e nulla più, magari il nome di una strada.

Ecco adesso cari amministratori, lo avete saputo da noi, magari mandatela una mail alle istituzioni cittadine spagnole per questo evento e chissà che da quello si possano allacciare rapporti più seri e duraturi tipici di un gemellaggio.