E’ difficile trovare le parole, le parolacce e pure le paroline per definire lo scempio ai danni dei cittadini di San Felice a Cancello che da qualche anno si è abbattuto come un tornado del Kansas.

Tutto cominciò con quelle scellerate elezioni 2019, finalmente si pensò, noi per primi, che la fine della triade del male avrebbe portato solo benefici a San Felice con qualunque amministrazione vi si fosse insediata. Poi addirittura la campagna elettorale fu semplicissima per Ferrara, senza un “fastidioso” Nuzzo che poteva insidiargli la fascia. Ha avuto il tempo per organizzarsi e dopo vinte le elezioni si arrivò alla Giunta FERRARA: Giovanni Ferrara sindaco, Carmine Guida, Enrico Pignata, Vigliotti Teresa

La prima giunta Ferrara si riunisce la prima volta il 15.06.19 dopo appena un paio di settimane arrivarono le prime dimissioni del sindaco, poi ritirate, e si arrivò alla Giunta FERRARA BIS: Giovanni Ferrara sindaco, Mario Verlezza, Orlando Savino, Enrico Pignata, Giovanna Sepe, Anna Bernardo.

Già a Ottobre 2019 questo assetto entra nuovamente in crisi dovuto al terremoto per le provinciali, vengono revocate le deleghe a Lettieri e Basilicata. Bisogna dire che il parto di questa nuova giunta fu abbastanza travagliato con tanto di mozione di sfiducia presentata dai 5Stelle a novembre 2019, ma poi complice pure una seduta deserta, Ferrara si salva e riesce solo a dicembre 2019 a varare la Giunta FERRARA TER: Giovanni Ferrara sindaco, Mario Verlezza, Orlando Savino, Enrico Pignata, Giovanna Sepe, Anna Bernardo.

Giunta che riesce a durare una decina di mesi che non è male visto l’andazzo con mezza giunta che presenta le dimissioni vuoi per problematiche politiche, stavolta sono le regionali a creare casino, ma anche problematiche territoriali. Ai primi di Novembre, i giornali pubblicheranno la notizia il 2, forse per sfottò, abbiamo la Giunta FERRARA QUATER: Giovanni Ferrara sindaco, Orlando Savino, Mario Verlezza, Enza Cimmino, Assunta Palladino, Clemente De Lucia.

Bene dopo un sette mesi con in mezzo le nuove dimissioni, poi ancora ritirate, abbiamo le dimissioni della Palladino ma in realtà la giunta funzionava già a mezzo servizio con Cimmino e De Lucia perennemente assenti.

Quattro giunte bruciate in due anni!

Cosa dire alla classe dirigente locale?

Per favore andate dal notaio, basta, mettete fine a questa vergogna. Se non avete i soldi per pagarlo il professionista, tranquilli ce li mettiamo noi, ma per il popolo cui tanto vi riempite la bocca, basta!