Suscita di far inutilmente scalpore la notizia dell’Indennità di Fine Mandato per l’ex sindaco Pasquale De Lucia.

Si perché nel Paese dei tuttologi del niente spesso ci si indigna per le facezie.

Dunque Pasquale De Lucia riceverà dal comune di San Felice a Cancello la somma di 3.047,85€ come Trattamento di Fine Mandato. E’ un provvedimento questo che spetta solo al sindaco e non agli assessori o consiglieri. Essendo una somma prevista dalla legge viene accantonata di anno in anno quindi non va a indebolire le casse del comune, non è un provvedimento a sorpresa.

C’è da dire che lo stupore del provvedimento nasce in quanto De Lucia attualmente è in carcere. Solo ci si dimentica che De Lucia al momento è in carcere non come colpevole di un fatto rilevante e meritevole di tutela dal punto di vista giuridico, ma per motivi cautelari. In parole povere al momento De Lucia è un privato cittadino in attesa di sapere se sarà o meno rinviato a giudizio, quindi non si capisce perché non dovrebbe ricevere l’Indennità di Fine Mandato. Quando verrà giudicato e se verrà giudicato colpevole pure noi diremo allora che è colpevole e da un punto di vista morale da non meritare nulla. Ma siccome non siamo giudici, attendiamo il loro giudizio in merito e solo allora parleremo.

Siamo comunque consapevoli che in questo periodo storico che dura da oramai quasi 25 anni è difficile per molti fare differenza tra indagato, imputato e condannato. Delle volte questo è solo un excursus dis-honorum alle volte sono solo figure giuridiche con propri diritti e doveri che non necessariamente l’una porta all’altra.


Immagine
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it

Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

hakuna matata
genesis