Tanta attesa oggi alle 19:00 per il consiglio comunale a San Felice a Cancello il primo senza il sindaco Pasquale De Lucia coinvolto assieme ad altri in una triste vicenda giudiziaria.

Senza girarci troppo intorno i consiglieri di maggioranza e opposizione sono a un bivio: dimissioni o non dimissioni? Questo è il problema.

Le dimissioni subito -come chiesto tramite comunicato pure dal M5s- darebbero un segnale di discontinuità un modo per dire: noi non ne sapevamo e non ne vogliamo sapere nulla con chi è coinvolta in questa storia. Indirettamente si potrebbe in questo modo dare pure “una mano”a chi ha avuto la misura cautelare dell’arresto in quanto verrebbe meno un elemento che ha portato alla misura, quale la posizione di sindaco e consigliere comunale.

Il lato negativo, se lo è: arriverebbe un commissario prefettizio. Tenendo presente che in questi mesi va redatto e poi approvato il bilancio di previsione, i consiglieri dovrebbero chiedersi: al popolo di San Felice a Cancello conviene avere un commissario in questo momento?

Teniamo presente che i consiglieri o si dimettono adesso o si dimettono a Gennaio non cambierebbe nulla nella sostanza in quanto si andrebbe alle elezioni sempre in una data compresa tra il 15 Aprile e l 15 Giugno.

Noi un suggerimento lo vogliamo dare: “Governo di scopo”. Chiamiamolo così. Cioè in pratica Raffale Crisci assumerebbe la funzione di sindaco come da statuto e nominerebbe o una giunta tecnica con i favori dell’opposizione o una giunta che comprenda anche alcuni degli attuali membri dell’opposizone. Il tutto nel solo scopo dell’ordinaria amministrazione e nella redazione e approvazione del bilancio di previsione da approvare entro il 31 Dicembre. Data che in genere si differisce sempre di qualche mese, ma sarebbe il caso invece che il comune si fatto riuscisse ad approvare un documento così importante entro la data stabilita dalla legge. Il giorno dopo dimissioni di tutti e si apre la campagna elettorale.

Un commissario entrante farebbe il ragioniere e verrebbe redatto e approvato un documento che guarderebbe solo i numeri e non le persone. Ricordiamo che tale documento è fondamentale per stabilire l’allocazione (dove si vorrebbe vadano i soldi), la gestione (cosa si vorrebbe fare con i soldi) delle risorse (i soldi), nonché prevedere le uscite (la spesa del comune) e come coprirle con le entrate (le tasse del comune).


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

hakuna matata

 

 

 

 

 

 

 

Immagine sesto senso genesis