Record di vittorie, primato in campionato con un bel po’ di punti di vantaggio, primo posto in girone champions con vittorie ridondanti con Liverpool e Ajax … Insomma non ci si chiede il perché di tutto ciò, ma come cavolo si è potuto pareggiare con Fiorentina e Lecce!?

Arriva dunque la sosta del campionato per i mondiali, facciamo gli auguri ai “napoletani” impegnati in Qatar, non sapendo se è un bene o un male per questa squadra incredibile. Ma intanto ci godiamo il momento e il ricordo di questi mesi straordinari.

Riguardo la partita il Ciuccio la gioca contro una Udinese che è ben messa in campo e prova pure a dare un dispiacere con Meret sempre attento. Il gol arriva con una incornata di Osimhen ben servito da Elmas e poi 15 minuti dopo è Lozano a servire un assist al bacio per Zielinski che se l’aggiusta e poi tira di biliardo.

Nella ripresa il Napoli pare mettere al sicuro il risultato con Elmas che non fa rimpiangere Kvara e porta a tre i gol di vantaggio.

A dirla tutta non ci è piaciuto il cambio Rui per Oliveira. L’Uruguaiano lo preferiamo di gran lunga al portoghese.

Comunque la partita sembra scorrere verso il finale con Spalletti che cambia i vari nazionali ma poi ecco che a sorpresa a 15 minuti dalla fine arriva il gol degli avversari. Che uno dice e vabbuò dai stanno giocando se lo meritano pure sto gol della bandiera. Solo che non è il gol della bandiera!

I nostri occhi vedono un 5 minuti più tardi cose che il nostro cervello non concepisce: l’errore di Kim!

3-2 e comincia la sofferenza e la mente va ad Empoli in aprile. Ma questo campionato è diverso e fortunatamente il risultato non cambia. Primi con 11 punti di vantaggio sulle seconde in attesa che giocano.

Ci godiamo il momento, se il futuro sarà roseo ci godremo quel momento, se il futuro sarà fosco ci saremo goduti uno dei periodi più belli della storia del Napoli.

Le Pagelle del Pungiglione

Meret 7: attento nelle uscite che dimostra una buona lettura di gara, sui due gol non può davvero nulla.
Di Lorenzo 7.5: fa tutto giusto, spinge quando è il momento difende quando è il momento, salva le nostre coronarie quando è il momento.
Kim 5.5: con la mente e il corpo in Qatar perché non si capisce come Kim sia diventato Maksimovic
Jesus 6.5: un inzio di partita sofferto con pure un ammozione poi si riprende bene.
(Ostigaard 5.5): con la mente e il corpo in Qatar ma visto che la Norvegia non partecipa non se ne capisce il motivo.
Oliveira 6.5: ci piace un sacco, bravissimo a difendere e a proporsi ma soprattutto gioca con le cervella oltre che con i piedi.
(Rui 6): entra a risultato acquisito partecipa a complicare le cose.
Anguissa 7: entra con le mani sporche di inchiostro per il rinnovo e ci fa piacere, se migliorasse il tiro sarebbe un giocatore micidiale
Lobotka 7: fa tutto come sempre con la dovuta precisione, calma e tecnica sopraffina.
Zielinski 7: insegna alle Pippe canadesi a fare il tiraggir!
(Ndombele 5.5): entra a partita chiusa, solo che forse questo lo deconcentra, ne azzecca poche.
Lozano 7: l’assist per il polacco è preciso al millimetro, poteva servire Osimhen più semplice ma è stato bravo fare la cosa più difficile ma più giusta
(Politano 6): non è che teneva tanto genio
Osimhen 8: gol e tanto movimento in attacco prende pure un bel po’ di calci
Elmas 8: non gioca da jolly senza terra ma in una posizione ben precisa con ingaggi ben precisi e gioca benissimo, il gol è una ciliegina.

Nota Statistica

11esima vittoria consecutiva, è record! 15° risultato utile consecutivo (+4 dalla scorsa stagione siamo a 19). Politano è alla presenza 99 in A con il Napoli.