Referendum 2022 i cinque quesiti sulla giusitizia non hanno raggiunto il quorum e quindi nulla di fatto come era preventivabile alla vigilia.

Non è chiaro se a decretare l’insuccesso sia stata una comunicazione non adeguata oppure la tecnicità degli stessi che non ha consentito una chiara presa di coscienza.

E’ pur vero che dal 1997, se si eccettuano la consultazione del 2011, il Referendum non ha mai raggiunto il quorum, però mai si era avuta un’affluenza così bassa poco meno del 21%!

La Valle di Suessola non fa eccezione a questo andamento negativo.

Il comune con più affluenza è stato Santa Maria a Vico con l’11,58%, quello con la minore affluenza Cervino con il 5,61%, poi abbiamo Arienzo con il 9,59% e San Felice a Cancello con l’8,76%.

Per quanto riguarda i risultati andando con ordine vediamo come Arienzo ha votato per il SI a tutti i quesiti con però il 52% per l’abrogazione del decreto Severino, il 59% per l’abrogazione della misura cautelare e dal 70% in poi per i quesiti sul CSM.

Cervino invece ha votato più nettamente per l’abrogazione della Severino con il 60% e l’abrogazione delle misure cautelari al 59%, mentre sul CSM si va dal 73% al 78%.

San Felice a Cancello invece va in controtendenza in quanto vince il NO sul quesito della Severino con il 50,88%, l’abrogazione della misura cautelare vince il SI con il 53% e i quesiti sul CSM vince sempre il SI con percentuali dal 64% al 66%.

Anche Santa Maria a Vico va in controtendenza e il NO sulla Severino vince con il 51%! Il SI si impone negli altri quesiti con il 52% riguardante le misure cautelari e ben oltre il 70% nei quesiti sulla magistratura.