San Felice a Cancello non è un comune è un sogno. Tutto è possibile soprattutto se è qualcosa di strano, di contrario alla realtà.

Sono anni che abbiamo affibbiato il termine Repubblica al comune più popoloso della Valle di Suessola, in quanto ha le sue leggi, le sue prerogative che differiscono completamente da quelle del resto non solo della Valle ma della Nazione intera.

Anche le stagione vanno ad adeguarsi.

Apprendiamo da una determina apparsa all’albo pretorio del comune, pardon della Repubblica, che il comune provvederà all’affidamento del “servizio centro estivi 2022” finanziati con trasferimento del Ministero Pari Opportunità, un 20.000€ circa.

Ci si aspetterebbe che tutto questo sia previsto per un periodo che va da giugno a settembre del prossimo anno. Troppo ovvio, troppo scontato, troppo lineare.

No! A San Felice a Cancello i centri estivi 2022 partiranno il 01/12/2022 per finire al 06/01/2023! A no un attimo siamo nella Repubblica di Sfac quindi nulla si deve capire. E allora nel capitolato abbiamo che il servizio va svolto dall’01/12/2022 fino al 06/01/2023 mentre nella determina si dice che l’affidamento della gestione deve effettuarsi entro il 31/12/2022! Quindi teoricamente si potrebbe iniziare il 31/12 e finire il 06/01!

Tra l’altro pare che sia pure deciso chi li deve svolgere sti servizi, perché si è utilizzata la “chiamata diretta” senza spiegare minimamente perché la chiamata diretta e non un minimo di gara e quante altre ditte, società o quelle che so, sono state contattate.

Ma questo modo di fare non è prerogativa della Repubblica di Sfac ma un po’ di tutti i comuni, Sfac fa da modello.

Cosa dovrebbe fare questo concessionario?

a) Laboratori rivolti a bambini fascia di età 3 16 anni;
b) Attività di doposcuola;
c) Sportello psicologico destinatari dell’avviso e relativi genitori;
d) Sport per tutti Laboratori di educazione motoria;
e) Laboratori di cucina multietnica per favorire l’integrazione;
f) Laboratori di Coding, robotica educativa e cultura digitale;
g) Laboratori di video making.

Tutto deve entrare nei 20.000€ sia chiaro.

E chi deve fare tutta sta roba?

alla societa’ cooperativa sociale Projenia con sede in San Martino V.C.

A San Felice a Cancello avremo allora un Natale con gli infradito non solo in consiglio comunale! Oppure un estate con i fiocchi di neve magari!

Non vediamo l’ora.