Benvenuti a maggio dove i sogni sportivi diventano realtà, per alcuni, mentre, per altri, gli errori di un anno presentano il conto e passano all’incasso.

La prima domenica di Maggio, accompagnata dalle note del Concertone di Piazza San Giovanni, avvicina il Milan al tricolore merito di una squadra, apparentemente non la migliore, ma unica nel crederci fino in fondo.

Il Napoli si conferma squadra irresistibile quando non c’è posta in palio, Allegri tra mille difficoltà, con timone ben saldo, porta la nave juventina nel porto Champions e nei bassifondi della classifica ci prepariamo a salutare Genoa e Venezia ormai aggrappati alla Serie A solo grazie alla matematica.

Maggio è anche mese di tanto sport e spettacolo, segnaliamo le grandi finali di volley, sia maschile che femminile, con atmosfere, sia sugli spalti che sul campo, degne di campionati, non a caso tra i migliori al mondo. Il basket maschile va verso i play off dove tutto si azzera e le, sorprese, ne siamo certi, non mancheranno. In campo femminile Schio ha più di mezzo tricolore stampato sul petto, ultima salita la trasferta bolognese con Basket City che non farà mancare il calore alle sue ragazze, ma da queste colonne saremo sorpresi se le venete non chiudessero il discorso.

Maggio tempo di Giro d’Italia, percorso pazzesco e nonostante una start list non eccelsa, noi saremo lì ad ammirare e tifare gli eroi su 2 ruote a caccia della mitica maglia rosa.

 “PALLONATE DI GIORNATA”

  • Il rigore di Criscito è la nemesi del gol di Boselli di 11 anni fa.
  • Se questo è l’effetto delle cene di gruppo, c’è una sola strada: il primo acquisto del Napoli per la prossima stagione deve essere Antonino Cannavacciuolo.
  • Chiellini per Vlahovic, in casa contro il Venezia ultimo in classifica, e Allegri manda Adani al manicomio.
  • In questo finale di stagione sta andando in scena un avvincente testa a testa fra il Milan e Ivan Perisic.
  • Poche cose sono invecchiate peggio di Mazzarri.

Luigi Ferrara