Arbitri, Juventus, biscotto e tante fesserie e poi non si guardano i punti persi, almeno 8 in una stagione, e formazioni discutibili, oggi Bakayoko per Demme è da codice penale, Lozano in panchina è da masochisti.

Il Napoli non fa gioco, non riesce a trovare spunti né dalle fasce né al centro, senza idee e quelle poche pure confuse. Ci sono momenti che pare pure soffrire una squadretta come la Fiorentina. L’unico brivido capita da episodi, come la punizione sulla traversa di Insigne, prima il nulla, eccezion fatta per un tiro forte ma centrale di Zienlisnki, poi ancora il nulla. E menomale che dovevamo magiarceli a questi.

Secondo tempo che sembra mettersi sulla stessa linea con aggiunta di nervosismo da una parte e dall’altra. Ma come detto solo un episodio poteva sbloccarla e fortunatamente quell’episodio si chiama Milenkovic che trattiene per la maglia Rrahmani in area, rigore regalato nel senso che il difensore fa un fallo inutile, ma ineccepibile seppur l’arbitro Abisso ben posizionato ha bisogno del Var.
Insigne sul dischetto nei momenti catartici come al solito si emoziona e il suessolano Terraciano respinge, ma il pallone finisce sui piedi del napoletano che riesce a non sbagliare. La partita si mette in discesa, nonostante la fiorentina non voglia mollare e Ribery che pare Alberto Tomba in area a superare i difensori azzurri come bandierine, ma nulla di fatto. Il secondo gol è una bellissima combinazione Osimhen che con il compasso trova Insigne che serve Zielinski, la botta viene respinta e 0-2 che in pratica chiude la partita.

Adesso i tifosotti potranno pulirsi le mutande che hanno sporcato in questi due giorni.

LE PAGELLE DEL PUNGIGLIONE

Meret 6: mai veramente impensierito, si guarda la partita.
Di Lorenzo 6.5: qualche difficolta nel proporsi e tentare il cross, curioso lo scambio di posizione alle volte con Osimhen, ma funziona.
Manolas 6.5: la difesa non corre a dir il vero grandi pericoli, ma il greco in quei pochi casi è attento e domina.
Rrahamani 6.5: bravo a procurarsi il fallo da rigore nettissimo, si becca un’ammonizione nel primo tempo che potrebbe condizionarlo, invece gioca un’ottima gara.
Hysaj 6.5: gioca meglio del solito in fase di copertura, e questo però ha significato poca spinta in avanti, ma meglio così.
Ruiz 7: partita di quantità e qualità, una sbavatura nel primo tempo con un passaggio in orizzontale che poteva esser fatale, ma per il resto smista tanti palloni e nel modo giusto.
Bakayoko 6.5: gli preferiamo Demme, ma ha giocato bene in fase di contrasto un po’ meno in fase di impostazione.
Politano 6: non gioca come al solito e si vede, certe volte scompare proprio dalle azioni di attacco, ha il merito di avviare l’azione del raddoppio.
Zielinski 6.5: buona gara la sua, non eccelsa, ma buona, bello il tiro del primo tempo, ma centrale, sul gol è fortunato, ma si sa la fortuna aiuta …
Insigne 8: una traversa, un palo, un rigore tirato con l’unghia incarnita del piede, un gol, un assist, diciamo che oggi ha fatto tutto lui.
Osimhen 7: uno spettacolo. Quel passaggio sul secondo gol da solo sarebbe valso il prezzo del biglietto.

NOTA STATISTICA: con il rigore sbagliato Insigne peggiora la sua percentuale, segnando avrebbe avuto una percentuale migliore di Maradona. Zielinski invece realizza l’80° gol di un calciatore polacco con la maglia del Napoli in Serie A.