Mancano 10 giorni all’inizio della prima semifinale che darà il via all‘Eurovision 2021 e quindi è inevitabile cominciare a fare delle previsioni. Anche per il Festival di Sanremo arrivati a pochi giorni dall’inizio della kermesse si sprecano gli articoli o addirittura trasmissioni televisive che cercano di carpire segnali subliminali che possano rilevare il prossimo vincitore.

Bisogna però fare una differenza fondamentale tra l’Eurovision e Sanremo e cioè che le canzoni dell’Eurovision sono già edite, in certi casi pure da mesi. Quindi se su Sanremo si operano delle vere e proprie speculazioni dagli addetti ai lavori, per l’Eurovision si ha già una base importante su cui pronosticare.

Ci sono almeno due criteri che possono aiutare a fare dei pronostici: le previsioni dei bookmakers e quelle dei fan dell’Eurovision.

Riguardo al primo criterio, i bookmakers danno a oggi con il 20% di possibilità Malta vincente, al 15% la Francia, al 12% la Svizzera e al 10% l‘Italia.

I fan dell’Eurovision, giusto qualche centinaio di migliaio di persone nel mondo, organizzati nell’OGAEOrganisation Général des Amateurs de l’Eurovision – che tra le altre cose organizzano degli eventi complementari con l’Eurovision, con tanto di premi ambiti come l‘Eurovision Second Change, cui partecipano i brani dei vari festival europei che non hanno vinto il proprio festival nazionale. Insomma se l’Eurovision Song Contest è una sorta di Champions League della musica, l’evento organizzato dall’OGAE è una sorta di Europa League. Per la cronaca per l’Italia è stato selezionato dai Fan il brano di Irama, La genesi del tuo colore.

Ma ritornando a bomba, l’OGAE ha assegnato la vittoria a Malta, il secondo posto alla Svizzera e il terzo alla Francia, mentre l’Italia si è piazzata all’ottavo posto.

I primi tre dell’OGAE negli ultimi dieci anni, tranne che in un paio di occasioni, si sono poi effettivamente giocati la vittoria finale.

Pubblichiamo i video di Malta Je me casse di Destiny e della Svizzera Tout l’univers di Gjon’s Tears giusto per rendere l’idea: