COMUNICATO

Francesco Piscitelli è il primo candidato ufficiale della lista Siamo Cervino, al fianco del candidato
sindaco Giuseppe Vinciguerra. Ventotto anni, infermiere, nato e cresciuto a Messercola, un Master
in ‘Management per le professioni sanitarie’ e un altro in fase di conclusione in ‘Area critica ed
emergenza’, è stato in prima linea nella lotta al Covid-19 e, tuttora, lavora presso il centro vaccinale
dell’Ospedale di Maddaloni, occupandosi di accettazione, diluizione e inoculazione dei vaccini. Con
un impegno costante al servizio del prossimo, è stato, inoltre, soccorritore 118 e ha lavorato nel
reparto di terapia sub intensiva Covid a Nola nonché in diverse strutture per malati terminali.

Figlio di Pasquale Piscitelli, più volte assessore e consigliere comunale a Cervino, il ventottenne è
alla sua prima candidatura: ”Ho creduto, fin da subito, nel progetto – ha dichiarato – appoggiando
l’entusiasmo e la voglia di cambiamento di tutta la squadra; condivido, inoltre, l’amore per la nostra
terra e il desiderio di costruire qui il mio futuro
”. Una spinta decisiva è arrivata nel periodo
dell’emergenza sanitaria: “Ho visto questo paese – ha precisato – orfano di una guida, in un momento
in cui i cittadini, soprattutto le fasce più deboli, avevano bisogno di un punto di riferimento”
. Da qui
la discesa in campo, con idee chiare sul futuro di Cervino e sugli obiettivi da raggiungere: “Il nostro
territorio merita di essere valorizzato e conosciuto, attraverso iniziative volte al suo sviluppo e alla
creazione di occupazione per i giovani, che, come me, vogliono continuare a vivere in questo paese,
sentendosi orgogliosi di farne parte e investendo energie nella sua crescita. Da semplice cittadino,
ho sempre creduto che una buona amministrazione dovesse garantire servizi essenziali, ascolto,
presenza e tanta determinazione per apportare miglioramenti nella qualità della vita delle persone,
rafforzando il senso di appartenenza a un’unica comunità. È ciò in cui credo ancora oggi e in cui
voglio mettere tutti i miei sforzi, affrontando questo nuovo impegno con umiltà e spirito di abnegazione
“.