news_foto_41542_cava_durazzano_310

Brutta giornata oggi per la Valle di Suessola, apprendiamo sconcertati che la Regione Campania ha votato a favore di una proroga di anni, almeno 5, per l’estrazione delle cave.

Assurdamente la regione ha deciso di votare nonostante il parere contrario con tanto di voto poi in assemblea del presidente della commissione ambiente Gennaro Oliviero.

La provincia di Caserta è quella che rimane più colpita con la bellezza di 442 cave esistenti su 75 comuni su 104. Chi ha potuto sorvolare il territorio casertano in aereo di certo ha notato come le montagne siano state “mangiate” con un vulnus ambientale probabilmente irreparabile, una regione che dovrebbe avere nel proprio dna il turismo. Inconcepibile!

Come inconcepibile l’atteggiamento del consigliere regionale Alfonso Piscitelli, cittadino di Arienzo, ex sindaco di Santa Maria a Vico, miracolato dall’orribile sistema elettorale della Regione Campania che ha votato a favore del provvedimento.

Una vergogna poi la giustificazione, perché così sembra, di questo voto contro la propria comunità:

“Quale Consigliere della Provincia di Caserta – scrive Piscitelli su fcebook- ho manifestato la mia contrarietà ad una proroga senza scadenza. L’emendamento presentato che pone precise scadenze temporali e comunque molto prima dell’apertura del Policlinico, ha permesso un voto favorevole per la salvaguardia dei posti di lavoro per 150 famiglie.”

Ma non è assolutamente vero che il voto salvaguarda i posti di lavoro è ridicolo! Si tutelano 150 famiglie, se è poi è vero, mettendo a rischio la salute di migliaia di famiglie. Le cave tra l’altro non possono essere lasciate al loro destino ma chiaramente riqualificate attraverso un piano di recupero ambientale quindi attraverso società esperte nel settore, quindi attraverso operai e quindi in ultimo si andrebbero a creare lo stesso posti di lavoro, seppur diversi. 

Queste sciocchezze Piscitelli le vada a dire a chi non lo conosce non certo a noi. 

Quindi si potrà di nuovo trapanare impunemente. Ringraziamo l’onorevole Piscitelli e chi l’ha votato per questo.

Questo voto regionale è uno stupro alla provincia di Caserta.

Curioso che Piscitelli da sindaco si sia battuto per impedire che si realizzasse una Cava in Durazzano che avrebbe ucciso Valle Caudina e Suessola in un colpo solo, in quel caso era al fianco del già consigliere regionale Oliviero, poi quest’ultimo è rimasto coerente con le proprie convinzioni, mentre invece Piscitelli pare abbia cambiato idea.

Coraggiosa la posizione di Gennaro Oliviero, presidente della commissione ambiente, che nonostante sia in maggioranza ha votato contro questo scempio.

Non sono mancate le reazioni del mondo politico suessolano seppur limitatamente al sindaco di Arienzo Davide Guida, che dal suo profilo Facebook chiede all’on.Piscitelli di giustificare questa azione:

“In qualità di primo cittadino del comune di Arienzo, suo comune di residenza, chiedo pubblicamene all’on. Alfonso Piscitelli di spiegare la sua scelta di votare a favore del decreto cave. Decreto che consentirà l’estrazione per altri 5 anni in tutte le cave in provincia di Caserta e per 2 anni in quelle nei pressi del policlinico.”


Seguici pure su Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006 arminio
hakuna matata
genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325
Immagine vendesi auto