Un SI al nucleare tenendo conto del NO Il 12 e 13 giugno si voterà per abrogare una legge fondamentale, quella che consente la costruzione di nuove centrali nucleari. Il popolo italiano già si era espresso nel 1987 abolendo il nucleare, proprio attraverso un referendum abrogativo, l’80% degli italiani si dichiarò contro il nucleare sull’onda sia del disastro di Cernobyl, sia per una maggiore sensibilizzazione dei temi ambientali. Votarono 29 milioni e più degli aventi diritto, ma non solo sempre nel 1987 altro referendum stabilì il divieto per ENEL di partecipare alla costruzione e gestione di impianti nucleari all’estero. Ma veniamo ad oggi 2011, il governo ritorna sulla decisione del popolo sovrano del ’87 e intende ritornare all’atomo, oggi come allora una tragedia nucleare…