Allora facciamo una premessa che il nostro Lettore conosce bene: siamo ignoranti! Niente capiamo di numeri e nemmeno i numeri vogliono capire noi.

Detto questo ci pare comunque assurda la variazione urgente di bilancio che la giunta di Santa Maria a Vico ha approvato un paio di giorni fa.

Il 19 Aprile è stato approvato il bilancio, manco due mesi, si è messi mano una volta con una variazione e ora si mette mano ancora al bilancio con una variazione di centinaia di migliaia di euro per situazioni che non ci sembrano così urgenti, ma alquanto ordinarie.

Facciamo degli esempi: devono essere previsti 10.000€ per impinguare il capitolo di spesa riguardante le spese per i servizi postali. Ora dobbiamo immaginare che al momento della stesura del bilancio si è commesso un errore, cioè altrimenti non si spiegano questi 10.000€ in più.

Stesso discorso potremmo fare per i 20.000€ di potenziamento dell’arredo urbano, con quella cifra non sappiamo che si possa potenziare, ma va bene, mettiamoci pure altri 10.000€ per il verde pubblico, e ci sono poi tante voci che si può andare a vedere nel documento che pubblichiamo a piè pagina.

Ma stiamo parlando di quasi 300.000€! Attenzione non abbiamo messo, tra le altre cose, i 10.000€ per le reti idriche e fognarie in quanto i 10 mila sono cadauna, ma cadauna che? Quante sono?

Ma scusate ma ad aprile che cavolo avete approvato in consiglio comunale? Il bilancio di previsione è fondamentale pure per capire quello che può farsi o meno, a nostro avviso c’è stato un errore di programmazione dovuto a errori nei conti? Sottovalutazione delle varie voci di spesa? Non lo sappiamo.

Questa non è una variazione è un altro bilancio, anche perché non si tratta di singoli punti dovuti ad eventi non prevedibili o previsti dopo l’approvazione del bilancio, qui stiamo parlando di cose ordinarie a quanto pare, sempre ammettendo che vediamo giusto, sottostimate all’approvazione del bilancio. Repetita juvant: questo è un secondo bilancio di previsione!

In quello che viene definito variazione di bilancio n°2 ci sono la bellezza di 15 interventi!

La cosa che non ci va giù oltre alla portata di queste variazioni, che certamente sono tutte coperte, sta nel fatto che come lo stesso documento richiama le variazioni vanno motivate, ma non ce n’è traccia di motivazione. Insomma si dice bisogna fare sta variazione e così è se vi pare.

Ora la palla passerà al consiglio per la ratifica a nostro avviso scontata, ma speriamo di avere più informazioni in merito e che pure le opposizioni si facciano sentire.