Il giorno 19 Novembre alle 16 a Napoli vi sarà una sfilata aragonese che partirà dal museo archeologico lungo via Toledo per arrivare a Piazza del Plebiscito e ritorno di nuovo al museo. Evento organizzato dal Museo Archeologico di Napoli e dalla Compagnia dell’Aquila Bianca.testa-bronzea

Ne parliamo in quanto parteciperà anche il Corteo Aragonese dell’Assunta di Santa Maria a Vico. 

Occasione dell’evento una cerimonia per esaltare un simbolo di Napoli per eccellenza: ovvero la testa di cavallo bronzea realizzata da Donatello – un particolare di un’opera incompiuta- che fu donata da Lorenzo il Magnifico a Diomede Carafa uomo politico e amante dell’arte e della letteratura consigliere di Alfonso prima e Ferrante o Ferdinando d’Aragona poi.

Un piccolo giallo però accompagna il corteo dell’Assunta a questa manifestazione, il fatto che in tutti i comunicati stampa diffusi dagli organizzatori dell’evento si definisce il corteo con queste parole: Corteo Storico Comunale di Santa Maria a Vico. Effettivamente quel “comunale” fa molto storcere il naso. Infatti abbiamo contattato gli organizzatori, ci hanno detto che si tratta di un mero errore fatto da chi ha scritto il comunicato che non ha contattato gli organizzatori per una delucidazione in merito, e certamente sarà preparata e inviata una richiesta di rettifica.

Ci è stato anche detto che la dicitura più corretta dovrebbe essere: Corteo Aragonese dell’Assunta di Santa Maria a Vico. Nome provvisorio che ovviamente dovrà essere valutato -secondo noi- quando il comitato festeggiamenti si ricostituirà.

Invero l’amministrazione comunale sarà presente con una piccola delegazione e con il gonfalone della città, questo anche per far capire che il corteo rappresenta tutto il comune di Santa Maria.

Ma -pensiamo noi- infondo anche per ricambiare il favore dello scorso anno quando la Compagnia dell’Aquila Bianca organizzò la “giostra dei sedili“fu contattata l’amministrazione di Santa Maria a Vico che “girò” la cosa agli organizzatori del corteo.

Corteo che effettivamente rispetto agli altri di numerosi altri comuni e associazioni intervenute era di gran lunga superiore e quindi per questa occasione gli organizzatori dell’evento hanno coinvolto direttamente quelli del corteo e stavolta loro hanno “girato” la cosa all’amministrazione comunale per i motivi di cui sopra.

Questo piccolo incidente diplomatico però dimostra ancora una volta una cosa importante, secondo noi almeno: il corteo storico è qualcosa che va al di là della festa dell’Assunta e al di là di Santa Maria a Vico, andrebbe strutturato e anche in maniera autonoma dal comitato festeggiamenti e nello stesso tempo andrebbe fatta una più precisa ricerca storica sia per i vestiti che effettivamente venivano indossati in quel periodo, ci sono alcuni ad esempio che seppur belli forse non sono propriamente del periodo aragonese, sia per i balli e le musiche per quelli che effettivamente venivano realizzati nelle corti aragonesi.


Immagine

al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)

Immagine

CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it

genesis

Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

hakuna matata