Stiamo assistento, almeno per Santa Maria a Vico, a un po’ di litigi sui social, come quello tra il consigliere di opposizione Pasquale Crisci e l’assessore Anna Cioffi. Tema del contendere: il campo sportivo comunale.

Precisamente tutto inzia con l’annuncio e poi l’arrivo del Napoli United, niente di che, se non fosse che tale squadra è allenata da Diego Armando Maradona junior, ancora niente di che dal punto di vista calciastico, più che altro il rumore viene dal suo DNA.

Lasciamo perdere gli “attestati di stima” e le patenti di amorosità per la propria città che i due politici si sono scambiati, cose deprimenti che lasciamo ad altri, a noi interessano come sempre i fatti.

E’ un fatto che Pasquale Crisci esagera, a nostro sentire, nel paventare chissà quale occasione persa per Santa Maria a Vico e quale incredibile fortuna per Arienzo avere lo United ad allenarsi. Cioè non è che di United è arrivato il Manchester, e il Maradona è il figlio di cotanto padre, da calciatore diciamola tutta più che ricordare el pibe de oro è stato un pibe meno de oro. Però immaginiamo che di certo un quibus sia stato pagato per usufruire delle infrastrutture, si spera, e non utilizzate a scrocco e quindi ha senso più che altro mettere l’accento sulle condizioni dell’impianto.

Di rimando è un fatto che l’assessora Cioffi ribadisce che il campo è agibile tanto che già a settembre, dice riprenderanno le attività.

Tutto bello, ma abbiamo qualche dubbio.

Innanzitutto se è agibile il campo, e visto che la Campania, nonostante De Lucaschenko, è in zona bianca da qualche tempo, perché non è stato aperto alla cittadinanza?

Non facendo sport, mai, non conosciamo le reali condizioni del campo sportivo, che per noi non si limita solo al manto erboso ma a tutto nel suo insieme e ci pare, anche noi andiamo per sentito dire, che la pista di atletica sia in pessime se non proprio in orride condizioni.

Però insomma, noi ci fidiamo delle parole dell’assessora e se dice che è agibile è agibile. Ma allora perché non viene aperto? Problemi di sorveglianza? Ma ci sono questi signori precettori del Reddito di Cittadianza, alcuni sono già utilizzati per servizi di pubblica utilità e ci pare che l’impianto sportivo sia un elemento di pubblica utilità.

Ci piacerebbe pure sapere, visto che settembre è alle porte, quali sarebbero le attività che si prevedano inziano in quel periodo e che interessano il campo.

Ci pare di capire, riprendendo anche l’articolo di ieri, che ci sono regolamenti utili alla cittadinanza che non sono a loro conoscenza in quanto non pubblicati e ci sono impianit pubblici che nonostante siano agibili non sono usufruibili dalla cittadinanza.

Non sarebbe meglio invece avere trasparenza e aprire le porte!? Almeno passa l’aria!