Vota la PERSONA DELL’ANNO DELLA VALLE DI SUESSOLA 2021 | PUNGIGLIONE blog


Ieri avevamo detto che solo il sindaco del comune di Santa Maria a Vico si era preoccupato di emanare un’ordinanza per cercare di contenere l’aumento dei contagi. In realtà nella serata di ieri anche il sindaco Giovanni Ferrara di San Felice a Cancello ha emanato un’ordinanza similare che ovviamente ancora non trova traccia, almeno al momento in cui scriviamo all’albo pretorio del comune, ma si sa, che per San Felice l’albo pretorio si trova su Facebook.

Un’ordinanza quella del sindaco Ferrara meno “afflittiva” rispetto a quella del suo omologo santamariano. Infatti l’ordinanza prevede la chiusura degli asili privati, ludoteche, ecc. dal 30/12 al 09/01 e sempre nello stesso periodo la chiusura dei circoli ricreativi.

Un’ordinanza al limite del ridicolo nella parte in cui “raccomanda” di evitare le feste pubbliche e private che possano creare assembramenti. Ma questa o si vieta o si consente, non ha alcun senso questo tipo di raccomandazione. Quindi, andare il 31 dicembre o poco dopo la mezzanotte a festeggiare in piazza con un cinque/sei amici stappando una bottiglia di spumante è consentito? Organizzare una festa privata in ampio locale con una ventina di persone e quindi consentito immaginiamo.

La solita confusione sanfeliciana. Permetteteci di essere cattivi, infondo ci chiamiamo Il Pungiglione e non lacarezzadimammà, è stato un modo per differenziarsi dal copia/incolla dell’ordinanza di Santa Maria a Vico.