IL TITOLO NON E’ SBAGLIATO I REGALI NON LI CONTIAMO!

Il Napoli alla ricerca del terzo successo consecutivo e non sarebbe una impresa impossibile contro una Salernitana che sta soffrendo molto in questo campionato.

Infatti il primo tempo è solo Ciuccio che come tale riesce a trovare il gol con Jesus dopo però tanti tentativi, troppi andati a vuoto per un soffio.

Il Napoli è sempre il Napoli e fa del bene a tutti. La Salernitana si vede solo al 30′ del primo tempo con una bella azione che si concretizza con un gol con il loro attaccante solo come un eremita in mezzo all’area di rigore.

Gli azzurri con la maglia di un distributore di gas, ma dove cavolo le hanno messe le maglie azzurre? Al Maradona dovrebbe essere proprio sacro l’azzurro per la miseria, trovano il raddoppio su un rigore trasformato da Mertens e trovato da Elmas, a nostro avviso molto generoso, quando qualche minuto prima l’arbitro ne negava uno molto netto proprio su Mertens.

Il secondo tempo parte subito bene con un passaggio di Mertens a centro-area per Rrahamani che non si capisce come sia arrivato fin lì, ma la mette dentro e si fa perdonare la svista nel primo tempo. Ancora qualche minuto e Insigne entrato proprio nel secondo tempo crossa il pallone sbatte sul corpo del difensore e poi sul braccio e per l’arbitro come per il Var rigore e pure espulsione. A noi in verità è sembrato anche questo un rigore molto generoso. Insomma se questi due penalty fossero stati assegnati a una squadra con maglie a strisce bianconere staremmo a leggere commenti infuriati e razzisti sul Nordmerrda, la mamma di Cavour, l’oro del banco di napoli e tante fesserie cantando!

Oggi quelle maglie a strisce bianconere eravamo noi e non è bello vincere così.

LE PAGELLE DEL PUNGIGLIONE:

Meret S.V.: Non tocca palla, manco lo si vede in tv se non nell’azione del gol comunque incolpevole.
Di Lorenzo 6: Una buona partita ma non è che avesse nessuno a contrastarlo davvero magari poteva far di più.
Rrahamani 6: brutta la posizione nell’azione del gol che sembra marcare Meret invece di Bonazzoli, ottimo a trovarsi a sorpresa in mezzo all’area e a segnare.
Jesus 7: bravo e reattivo a sbloccarla.
Rui 6.5: da segnalare un assist al bacio che gridava di essere messo dentro ma Elmas e Lozano si tuffano in bello stile ma non riescono a colpire la palla. Bravo sulle punizioni, si fa saltare un po’ troppo facilmente sul gol avversario.
Ruiz 7: Ottima partita e peccato per quei due tiri che il portiere prende e che meritavano miglior fortuna.
Lobotka 6.5: sempre bravissimo, sbaglia niente, il centrocampo è come il suo giardino di casa.
Lozano 5.5: Quest’anno va così, manca la continuità.
(Insigne) 6.5: Entra con un buon piglio e con uno dei primi palloni giocati si propcura un rigore ancora molto dubbio, bravo nel realizzare.
Zielinski 6.5: ancora una volta una bella gara con un gran lavoro oscuro, ma chiaro il colpo di testa per Mertens nell’azione del terzo gol
Elmas 7: svaria molto, decide di fare tutto da solo a un certo punto e subisce un falo molto molto dubbio, ma nel complesso una buona partita.
Mertens 6.5: svaria per tutto il fronte d’attacco, avrebbe meritato un rigore per un fallo netto, comunque bravo a realizzare quello dubbio e bravo nell’assist per Rrahamani
(Osimhen) 6: Fa piacere vederlo e anche a correre con voglia.

NOTA STATISTICA: Spalletti raggiunge Boskov per numero di vittorie in Serie A (15), Insigne realizza il 23° rigore su 29 calciati, mentre Mertens l’11° su 13.