Lo scorso anno fu l’edizione sanremese tra le più difficili della storia, con il pubblico sostituito dai palloncini, con i protocolli covid molto stringenti ecc. Si decretò troppo frettolosamente come una edizione flop tanto da far rinunciare Amadeus ad accettare un terzo “incarico”.

Ingenerosa critica non giustificata dagli ascolti che furono assolutamente buoni, non eccelsi, ma buoni. Ma fu il livello delle canzoni ad essere altissimo e i risultati poi si sono visti con i vincitori Maneskin che si sono imposti con la loro canzone vincente al festival non solo in Europa, ma nel mondo, ed era forse dai tempi di Modugno e Cinguetti che una canzone vincente del festival avesse questa attenzione mondiale.

Ma non solo Maneskin, i dischi d’oro e platino si sono moltipiclati a dismisura e addirittura dal Festival è uscito fuori pure il tormentone dell’estate 2021 con quel Musica Leggerissima di Colapesce e Dimartino.

Una Rai quindi, secondo noi, spinta dalle case discografiche a inseguire Amadeus per il terzo mandato.

E dobbiamo dire che dai nomi ufficiali presentati ieri, in largo anticipo rispetto alla tabella di marcia, fanno presupporre un buon lavoro fatto e quindi avremo un festival di altissimo livello.

Ci saranno dunque mostri sacri che hanno scritto pagine importanti per la musica italiana e l’hanno anche vinto il festival come: Gianni Morandi, Massimo Ranieri e la tigre di Logonchio Iva Zanicchi. Morandi lo ha pure presentato il festival.

Assolutamente bella sorpresa e non vediamo l’ora di ascoltare la mai banale Donatella Rettore in coppia con Ditonellapiaga.

Attenzione poi ai vincitori delle edizioni passate come Elisa che proprio a Sanremo, quello della Carrà, ebbe la sua svolta italiana. Oppure Fabrizio Moro che ha sempre fatto bene. Mahmood e Blanco una coppia che con la giusta canzone potrebbe già essere definita tra i papabili vincitori.

Poi ci sarà Noemi, Giusy Ferreri, Emma, Michele Bravi, Le Vibrazioni che cercano una vittoria che li possa definitivamente consacrare.

Fa piacere vedere Irama dopo la sfortuna dell’anno scorso che lo ha visto partecipare solo virtualmente. E ci sarà Achille Lauro cui ci si aspetta sempre qualcosa sopra le righe.

Dalla cucciolata di Maria De Filippi attenzione a Sangiovanni e Aka7even.

Sorpresa Sorpresa sarà del gruppo anche la spagnola Ana Mena che già partecipò come ospite nel 2020.

Poi ancora nostra favorita La Rappresentante di Lista.

Non mancheranno nomi sconosciuti ai più, ma non agli appassionati come Rkomi, Giovanni Truppi, Highsnob e Hu, Dargen D’amico.

Il 1° febbraio ci divertiremo un mondo.