tasse_locali-350x220

Il Movimeno 5 stelle chiede, si può dire per l’ennesima volta, l’internalizzazione dei tributi elencando alcuni motivi a suffragio di questa richiesta:

  • Il Bando di gara per il servizio di riscossione dei tributi prevede una spesa di 1 Milione di Euro più IVA per Nove anni;
  • Per gestire internamente il servizio di riscossione della TARI per il 2017 e per recuperare quanto non pagato nel 2014 verrà spesa una cifra pari a € 15.900,00 + IVA per l’acquisto di un software che rimarrà in capo all’amministrazione e che potrà essere usato anche negli gli anni successivi;
  • Le risorse umane interne all’amministrazione, se dotate di strumenti adeguati, posso quindi gestire questi servizi.

Quindi per i 5 stelle, facendo una estrema sintesi, internalizzando i tributi, quindi affidandoli direttamente ai comuni e non a società esterne, si avrebbe risparmio ed efficienza.

Internalizzare o esternalizzare sono state spesso negli addietro considerati argomenti non tecnici ma ideologici. Negli anni novanta e primi duemila si è sempre cercati di “alleggerire” il peso delle amministrazioni comunali con il motto: “privato è meglio, privato è bello”, con la convinzione che tutto ciò che fosse pubblico, fosse marcio e disorganizzato.

Un errore, tanto che molti comuni medio-grandi stanno cercando nel corso di questi anni di organizzarsi proprio per internalizzare. Anche se c’è da dire che le società che riescono a ben gestire la riscossione portano un risparmio. Appunto perché il problema della riscossione dei tributi dovrebbe essere visto in chiave tecnica e non ideologica.

Per quanto riguarda la situazione specifica di San Felice a Cancello bisognerebbe rifarsi al collegio dei revisori che pure hanno sollecitato questa riscossione diretta ma lì ove fosse “economicamente conveniente”.

La debolezza del ragionamento dei 5stelle sta nel fatto che la proposta è poggiata su una basa ideologica ma non tecnica. Manca quello che si chiama studio di fattibilità.

Le domande a cui bisogna dare risposta sono:

Il comune di san felice a cancello ha gli uomini per attuare la riscossione diretta dei tributi?

Costoro hanno un’adeguata preparazione in merito?

Il comune ha i mezzi tecnici per attuare la internalizzazione dei tributi?

Quali tributi potrebbero essere internalizzati in base al numero dei dipendenti, alle competenze attuali, ai mezzi tecnici?

Ecco ci fermiamo qui ma in realtà le domande sarebbero ancora altre.

Ora non sappiamo se il Movimento 5 Stelle abbia attuato questo studio, sarebbe interessante conoscerlo, ma sarebbe di certo importante compierlo.

Noi non siamo come dire aprioristicamente pro o contro, ma riteniamo che il problema non è nemmeno semplicemente il modo in cui si riscuotono i tributi, ma l‘evasione è il vero male di San Felice a Cancello.


Seguici pure su Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006 arminio

ACQUISTA IL LIBRO

CONSIGLIATO DAL PUNGIGLIONE

 

consenso

 

61V8FqrPIpL._SY679_

 

 

 

 

 

 

 

 

hakuna matata
genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325
Immagine vendesi auto

ANGOLO AMAZON:

comp 71mxkBhqSYL._UY395_      joshua
canon