9432_valle_di_suessola

Se Gennaio è il primo mese dell’anno solare, Settembre è considerato il primo mese dell’anno sociale. Si ricomincia al lavoro, ricomincia la scuola, insomma si riparte.

Ovviamente anche la politica ricomincia. Come spesso abbiamo scritto in quest giorni è un periodo un po’ moscio ma c’è una ragione: le elezioni provinciali. Siamo in fase di preparazione delle liste che vedranno coinvolti gli amministratori e le opposizioni dei comuni casertani sia per l’elettorato attivo e passivo, quindi è una fase questa di studio, di surplace. Il 20 Settembre -data di presentazione delle liste- il quadro sarà chiaro.

Certo ogni amministrazione ha di certo un obiettivo da seguire quest’anno e proviamo a valutare comune per comune quale può essere l’obiettivo per questo “nuovo anno”.

Cominciamo con Cervino. L’amministrazione di Giovanni De Lucia è certamente in difficoltà se non per il solo fatto che si poggia su un solo voto di scarto. Un raffreddore improvviso potrebbe incredibilmente decretarne la caduta su certi consigli comunali. Come nel gioco degli scacchi De Lucia sembra quel re che continuamente messo sotto scacco, ma riesce continuamente a trovare la casella giusta per sfuggire alla cattura. l’obiettivo oramai per tutta la durata dell’amministrazione è solo sopravvivenza.

Arienzo: entriamo nel secondo anno di amministrazione Guida, la prima volta proprio al secondo anno vi fu la “caduta”. Quest’anno sembrerebbe essere più tranquilla la vita all’interno della maggioranza, anche se c’è chi non esclude un dissapore tra sindaco e vice, ma allo stesso tempo c’è chi accusa il vice di monopolizzare con la propria azienda l’economia locale in certi settori. Ci pare alquanto contrastante come cosa, o stanno rotti o stanno pace, tertium non datur. Anche se e lo diciamo molto sottovoce e solo in questa occasione, forse un po’ di maretta c’è in maggioranza ma i protagonisti ci sembrano altri. Ecco non diciamo oltre. Quando ne sapremo di più certamente terremo aggiornato il nostro lettore.

Santa Maria a Vico: situazione molto complessa. L’anno sociale trascorso è stato davvero difficile tra: inchieste, brutte figure, scissione del gruppo di maggioranza e ci fermiamo qua. Il passaggio più difficile sarà certamente questo benedetto rimpasto, la prova del nove. Chi entrerà e chi uscirà? Soprattutto come uscirà, se accettando la cosa o sbattendo la porta? vedremo come Pirozzi riuscirà a gestire questo delicato momento.

San Felice a Cancello: situazione un po’ più semplice, non essendoci amministrazione, ma complessa allo stesso tempo. Qui è tutto da vedere come si comporteranno i politici e le forze politiche. Se vorranno ritirarsi attendendo la data delle prossime lontanissime elezioni. Oppure -quello che ci auguriamo- si apra una stagione intensa di incontri con i cittadini, di convegni, di visione di un nuovo futuro. Insomma siamo al pre-anno zero.


Seguici pure su Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


IMG-20170320-WA0006 arminio
hakuna matata
genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325
Immagine vendesi auto