colombo

Visto sempre il periodo un po’ moscio che riguarda la politica locale ci soffermiamo sull’analisi dei massimi sistemi.

E’ notizia di questi giorni come negli Stati Uniti le statue di Cristoforo Colombo siano in pratica sotto attacco, vengono decapitate o imbrattate, così come alcune manifestazioni come il Columbus day in alcune città vengono sostituite con altre.

In pratica pure in america così come in europa e in particolar modo nel nostro paese si assiste a quello che viene chiamato revisionismo storico o alcuni con una fantasia meravigliosa chiama verità alternative. Noi più umilmente: diciamo emerite stronzate.

In questi anni sembra più essere nel 1017 che non negli anni 2000. Non solo la storia è invasa da queste fesserie, ma qualsiasi campo del sapere in particolar modo astronomia, etologia, medicina.

Non sono poche le persone che credono ad esempio che la terra sia piatta. In Tunisia una studentessa ci ha messo cinque anni per “dimostrare” questa scemenza con una tesi di laurea. Non conosciamo il voto finale ma il fatto stesso che abbia avuto una tesi su questo argomento la dice lunga sul neo-medioevo che stiamo vivendo. In Italia almeno un senatore della Repubblica, uno che dovrebbe fare e ratificare leggi, sostiene questa roba qui, parliamo di Bartolomeo Pepe, che qualche anno fa venne pure a Santa Maria a Vico esponente allora del Movimento 5 stelle che poi ha lasciato.

Il punto è perché? Cosa sta succedendo? Il 2000 per noi amanti della fantascienza era indicato come il millennio del progresso scientifico della razionalità. Diciamoci la verità siamo inondati da una vrancata di scemi impressionante. Appunto sembra di vivere nel medioevo 2.0. Cosa è accaduto? Eppure abbiamo mezzi incredibili, scuole di ogni ordini e grado accessibili a tutti, biblioteche, internet.

Perché allora diffondiamo e crediamo alle stronzate? 

Noi proviamo a dare la nostra opinione in merito.

Nel medioevo vi era un problema grosso di accesso alle informazioni, quindi il popolo viveva assolutamente nella quotidianetà: nasceva, lavorava, moriva. Senza assolutamente poter essere protagonista della storia ma subendola, non era in grado di prevedere alcun tipo di trasformazione sociale. Il sapere era un qualcosa riservato alla élite ecclesiastica e nobiliare. In realtà non per cattiveria, ma vi erano dei ruoli stabiliti dal Padreterno -almeno così si credeva- quindi i nobili comandavano per diritto divino e il popolo lavorava, gli ecclesiastici si assicuravano che lo stato di cose perdurasse. Ergo i nobili sanno cosa è bene per il popolo.

Con la nascita della stampa questo stato di cose pian piano muta, i nobili vengono messi in discussione, il popolo comincia a leggere e a capire qualcosa, gli ecclesiastici non sono più gli unici detentori del sapere. La cosa sembra così giusta che nascono le enciclopedie per esempio, un sapere universale che è per tutti quelli che lo vogliono. Ovviamente abbiamo semplificato, è un blog questo.

Oggi invece avviene un caso particolare, vi è un surplus di informazione, ce ne è troppa senza alcuna mediazione. Il cittadino medio per quanto possa essere acculturato spesso non ha competenze per stabilire se su un argomento sta leggendo sia una fonte di sapere o merda.

Certo esiste la scuola, la ricerca umanistica e scientifica, i convegni, che mettono dei punti fissi. Il fatto è che oggi appunto quando si legge un articolo di “verità alternativa” è proprio la “sede” del sapere a essere presa di mira, la scuola in pratica è descritta come un edificio che diffonde falsa cultura, i ricercatori sono pagati or da questo or da quello, i convegni servono solo a ratificare l’oscurantismo.

Questo poi è dovuto pure all’arroganza degli insegnanti e professori universitari, , impegnati più a fare i burocrati e impartire un sapere esclusivamente nozionistico e settoriale, ma non dando alcun mezzo logico per far discernere una notizia seria da una sballata. Insomma creano e alimentano l’analfabetismo funzionale.

Purtroppo non se ne esce.

Ecco perché ad esempio quando si dimostra che la notizia che viene data è falsa le risposte sono assurde e incredibili. Facciamo un esempio.

Girava la notizia qualche anno fa che il Regno delle Due Sicilie alla mostra internazionale di Parigi del 1855 aveva ottenuto un terzo posto nelle industrie, quindi era la terza potenza industriale -dell’epoca- del mondo! Questo per dimostrare la non arretratezza e tutta una serie di cose che non stiamo ora qui a riprendere (revisionismo storico).

Fu dimostrato che: 1. Non fu fatta alcuna classifica 2. Il regno delle due sicilie non presentò alcuno stand per quanto riguarda l’industria. 3. fu trascurato il buon risultato ottenuto dal regno nel settore agricolo e belle arti sempre a Parigi. Infatti non c’era classifica ma gli espositori ottenevano delle medaglie o attestati.

Quando si portano dati inconfutabili, l’interlocutore non dice ciò che ci aspetta: va bene se le cose stanno così allora devo modificare la mia idea al riguardo. No, la risposta è sempre: ve bene, ma se non lo è stata terza avrebbe potuto esserlo.

Scacco matto! 

Impossibile controbattere, non si è più davanti a una opinione, ma ad una fede, questa non si può scardinare.

Queste persone sono pericolose per la nostra società. Sia perché diffondo una realtà della società che non esiste, sia perché votano, ma soprattutto come visto sono negli apparati di potere.

Forse molti non ricordano, ma noi purtroppo sì. Qualche anno fa fu fatta una proposta di legge al parlamento italiano per abolire il grano saraceno. Le motivazioni furono che era un prodotto straniero che strangolava le coltivazioni nostrane e poi appunto saraceno quindi arabo, quindi islamico, quindi cattivo a prescindere. Per carità non entriamo nel merito giusto o sbagliato, ma fu una cosa assurda perché il grano saraceno è coltivato in Italia! Se altri idioti avessero votato quella legge, molti agricoltori italiani, non solo loro, si sarebbero trovati a chiudere.

La speranza è che dal neo medioevo si passi a un neo Illuminismo. Ne abbiamo un disperato bisogno.


hakuna matata
DOPO LA PAUSA ESTIVA SI RIPRENDE GIOVEDI 24 AGOSTO!!!

IMG-20170320-WA0006 arminio

 

genesis
Via G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325
Immagine vendesi auto