15170978_1726883260966453_1916352306002643379_n

Ieri come tutti avranno letto è comparso un manifesto di Stefania Telese che spiega le ragioni delle sue dimissioni. Non torniamo sull’argomento in quanto il manifesto nulla aggiunge a quello che abbiamo già scritto in passato ma in realtà inserisce alcuni spunti di riflessione.

Telese dice che scriverà da semplice cittadina al Prefetto di Caserta per far sì che vengano invalidate alcune delibere di giunta datate 28 Ottobre in quanto viene riportata l’assenza sia sua che di Maria Grazia Stravino, anch’ella dimissionaria da assessore in concomitanza con Telese, invece loro appunto erano dimissionarie.

Ora forse era meglio scrivere la letterina al Prefetto da consigliera avrebbe avuto più forza. Noi purtroppo non siamo riusciti a trovare la riunione di Giunta del 28.10.2016, ma consultando l’albo pretorio però abbiamo ritrovato l’atto delle delibere di giunta del 10.11.2016 che la stessa ex consigliera richiama nel suo manifesto assieme alla riunione di giunta del 03.11.2016, in quel caso accanto al nome di Telese e Stravino è scritto “DIMISSIONARIA”.

Stefania Telese valuterà dopo la risposta del Prefetto se ricorrere al Tar per far invalidare le delibere di giunta del 28.10.2016; 03.11.2016; 10.11.2016 per violazione della parità di genere. Cosa che non capiamo come vada di pari passo, sono due cose differenti può benissimo la Telese accodarsi al ricorso al Tar già intrapreso da altri da come scrive e nello stesso tempo sollecitare il prefetto.

Ci chiediamo soprattutto per la riunione di giunta del 28.10.2016 se pure Maria Grazia Stravino condivida l’azione della sua ex collega, sarebbe interessante conoscere un suo pensiero al riguardo.

Una cosa però di tutto questo vorremmo capire e chiedere lumi al presidente del consiglio comunale di Cervino nonché sindaco Giovanni De Lucia. Il regolamento del comune di Cervino stabilisce all’art. 6 che le dimissioni del consigliere sono immediatamente efficaci e il consiglio entro e non oltre i dieci giorni deve procedere alla surroga. I dieci giorni sono passati. Quando ha intenzione il sindaco di convocare il consiglio comunale?

Ricordiamo che l’ultimo consiglio comunale è stato convocato il 12.08.2016 peraltro una seduta straordinaria era un consiglio comunale aperto, che però non si svolse in quanto la maggioranza non si presentò in aula. Domani saranno 100 giorni dall’ultimo consiglio. Auguri.

Chiediamo sempre a Giovanni De Lucia in qualità di Sindaco lumi sulla parità di genere: lo Statuto all’art.18 comma 2 prevede che il Sindaco può nominare assessori esterni, come mai a quasi un mese dalle dimissioni di Telese e Stravino dalla suddetta carica non si è provveduto alla nomina o al tentativo di nomina di altri assessori pari-genere? Dobbiamo anche fare mea culpa perché in un articolo precedente avevamo detto che se la mancanza della parità di genere è lecita ad Arienzo deve esserlo pure per Cervino. Vero. Ma qui c’è una sostanziale differenza: lo statuto di Arienzo prevede un numero limitato di assessori esterni, mentre Cervino prevede che tutti gli assessori possono essere esterni quindi l’escamotage trovato dal sindaco Guida non può essere utilizzato dal sindaco De Lucia.

Quindi consigliamo alla Telese di scrivere la letterina al Prefetto, ma anche al Difensore Civico Regionale. Inoltre invitiamo l’opposizione a scetarsi un poco, queste cose che abbiamo scritto dovreste dirle voi a noi e non viceversa.


Immagine
al P.co De Lucia in Santa Maria a Vico (CE)
Immagine
CLICCA E NAVIGA IN http://www.ferramentagepa.it
hakuna matata
genesis