paga-buscateblog

Ieri possiamo dire sia stata la giornata dei due sindaci e della loro rispettiva indennità. Ci riferiamo al sindaco di Arienzo -Davide Guida- e al neo sindaco di Maddaloni, Andrea De Filippo.

In pratica facendo un riassunto De Filippo ha deciso di non percepire lo stipendio divenendo una specie di eroe che non sarebbe stato nemmeno se avesse salvato una fanciulla prima di precipitare in una delle buche di Maddaloni; Guida invece per aver deciso di cominciare a percepirlo è diventato l’orco che si mangia pure i bambini.

Noi lo abbiamo ripetuto tante volte, fare il sindaco di una città piccola o grande che sia è un onore certo, ma pure un onere e presenta incredibili rischi sempre con la magistratura sul collo che sta a guardare se la virgola sta al posto giusto. Ergo lo stipendio lo si deve prendere altrimenti non può biasimarsi il sindaco che lavora mezz’ora al giorno o che antepone la palestra ai suoi doveri. Soprattutto non può biasimarsi il sindaco che lavora male, perché dovrebbe concentrarsi su qualcosa che fa per hobby?

Tra l’altro vediamo che questi paladini dell’anticasta stanno li a far le pulci ai vari sindaci ma non si preoccupano dei dipendenti comunali, tecnici che magari pigliano di più, hanno vinto un concorso 30 anni fa e non si sono mai aggiornati quindi magari sono pure davvero incapaci.

Se è vero che quindi che l’anomalia per noi è nel non percepire alcun compenso per il lavoro svolto, esiste l’altra faccia della medaglia ovvero quando si dice agli elettori in campagna elettorale che non viene percepito alcunché  allora bisogna mantenere ciò che si dice.

A noi dispiace doverlo ricordare, ma al primo consiglio comunale del Guida 2.0, il sindaco aveva dichiarato che avrebbe rinunciato all’indennità, non aveva certo specificato che era a tempo.

Cos’è cambiato dunque?

Noi abbiamo letto la delibera e dobbiamo notare una tempistica poco piacevole, ovvero “CHE con nota n. 492 del 17/01/2017 dichiarava di essere lavoratore dipendente con contratto a tempo determinato con scadenza del 30/06/2017″. Ecco l’indennità di funzione comincerà a decorrere dal 01/07/2017! E’ cambiato questo?

Durante la campagna elettorale, dobbiamo dirlo, spesso Assunta D’addio veniva accusato, tra le atre cose, di voler percepire lo stipendio. Cioè manco se avesse chiesto di compiere un sacrificio umano! Forse su questo particolare punto la D’addio meriterebbe delle scuse. Ricordiamo le parole del sindaco al comizio dei primi di Febbraio del 2016 quando accusava appunto la D’addio di avere chiesto lo stipendio, definendo legittima la richiesta, ma a suo dire non commisurata al lavoro svolto. Quindi è cambiato questo? Il sindaco si è autopromosso ha rilevato il suo lavoro ottimo e ben fatto e quindi questo stipendio è come un premio di produzione, è cosi?

Non lo sappiamo.

Pero’ sappiamo che adesso il Sindaco non può presentarsi in comune nei ritagli di tempo, non può anteporre altre situazioni al suo lavoro da sindaco. So 2500€ al mese, ci aspettiamo quanto meno una quantità di ore in ufficio al servizio del cittadino congruo.

Vedremo.

Una cosa è certa l’antipolitica non paga mai, si poteva gestire molto meglio questa cosa e con un po’ più di signorilità politica, forse siamo davanti al primo grosso errore di comunicazione compiuto da Davide Guida.

Non pensiamo gli costerà caro, ma di certo presterà adesso il fianco agli attacchi delle opposizioni e crediamo che ne approfitteranno.

Finiamo con una citazione che il sindaco apprezzerà: A è sempre A, B è sempre B, il male è sempre il male, il bene è sempre il bene.