Il comune di Arienzo o meglio la giunta guidata dal sindaco Giuseppe Guida ha richiesto l’anticipazione di cassa per 1.677.933,36€.

Cos’è l’anticipazione di cassa?

E’ un prestito si potrebbe dire che il comune fa a se stesso dovuto a mancanza di liquidità. In pratica è come se Tizio avesse i soldi i banca, ma non li avesse nel proprio portafoglio per pagare il cornetto che si sta mangiando al bar, allora prende la carta e paga. La differenza tra Tizio e l’ente comune è che quest’ultimo gestisce i soldi dei cittadini e quindi deve impegnarsi a restituire la somma entro l’anno cui si chiede con tanto di interesse.

Il punto è che le giunte quando chiedono quest’anticipazione non spiegano il motivo. Non è dato sapere se trattasi di far fronte a una spesa non prevista o a pagare creditori o peggio al fatto che mancano proprio i soldi per pagare i dipedenti.

Dovrebbe essere questo un evento eccezionale. Ma la giunta sta ricorrendo a questo strumento in maniera sistematica. Ogni anno viene chiesta l’anticipazione, fatto che denota, a nostro avviso, una difficoltà strutturale, che per carità era tipica anche dell’amministrazione precedente.

L’altro elemento che ci lascia perplessi sulla qualità delle casse arienzane è il fatto che l’ammontare cui si può chiedere l’anticipazione si è drasticamente ridotto in anno.

L’anticipazione di cassa va chiesta sui primi tre titoli delle entrate del bilancio dell’anno precedente.

Quindi l’anticipazione del 2022 va fatta tenendo conto delle entrate del 2021.

A Quanto ammontano le entrate?

Il Titolo I, che in pratica sono i proventi dalle tasse comunali ammontano a 3.155.432,30€. il Titolo II sono i trasferimenti di enti superiori ammontano a 287.694,06€. il Titolo III che sono le entrate extratributarie a 583.913,71€. Per un totale di 4.027.040,07 €. Di questi soldi si possono prendere i 5/12 e cioè appunto 1.677.933,36€!

Ma l’anno precedente era più consistente la somma! L’anticipazione di cassa del 2021 che si rifaceva all’esercizio 2020 ammontava a € 2.104.841,87! Somma dovuta dal fatto che il Titolo I era di 3.768.436,91€, il Titolo II 227.356,61€, il Titolo III 1.055.826,99€ per un totale di 5.051.620,51€!

L’opposizione forse è ancora in vacanza.