Proprio stamane parlavamo della sospensione dell’attività didattica in presenza disposta dal sindaco di Santa Maria a Vico -Andrea Pirozzi – motivata dalla presenza di positivi tra personale docente e alunni. Anche ad Arienzo il sindaco Giuseppe Guida dispone lo stesso provvedimento seppur non motivato dalle stesse problematiche, ma da quello che si evince, la sospensione è disposta dal peggioramento degli indicatori regionali, seppur la regione Campania al momento risulta in zona Gialla e non è ancora stato disposto dal ministero di riferimento un cambiamento in merito.

Sarebbe bello si avesse un unico criterio.

Questa l’ordinanza:

𝙊𝙧𝙙𝙞𝙣𝙖𝙣𝙯𝙖 𝙣. 𝟭𝟭𝟵 𝙙𝙚𝙡 𝟳 𝙢𝙖𝙜𝙜𝙞𝙤 𝟮𝟬𝟮𝟭 – 𝙎𝙘𝙪𝙤𝙡𝙚 𝙥𝙧𝙞𝙢𝙖𝙧𝙞𝙚 𝙚 𝙨𝙚𝙘𝙤𝙣𝙙𝙖𝙧𝙞𝙚 𝙙𝙞 𝙥𝙧𝙞𝙢𝙤 𝙚 𝙨𝙚𝙘𝙤𝙣𝙙𝙤 𝙜𝙧𝙖𝙙𝙤, 𝙨𝙤𝙨𝙥𝙚𝙣𝙨𝙞𝙤𝙣𝙚 𝙖𝙩𝙩𝙞𝙫𝙞𝙩𝙖̀ 𝙙𝙞𝙙𝙖𝙩𝙩𝙞𝙘𝙝𝙚 𝙞𝙣 𝙥𝙧𝙚𝙨𝙚𝙣𝙯𝙖 𝙛𝙞𝙣𝙤 𝙖𝙡 𝟭𝟱 𝙢𝙖𝙜𝙜𝙞𝙤 𝟮𝟬𝟮𝟭.

Visto il numero di casi registrati nel periodo preso in esame, dal 26 aprile al 2 maggio 2021, in considerazione della maggiore gravità negli indicatori locali rispetto al dato regionale e ritenuto necessario adottare misure restrittive per prevenire il diffondersi dei contagi in ambito scolastico, questa Amministrazione Comunale, con apposita ordinanza, 𝗗𝗜𝗦𝗣𝗢𝗡𝗘 quanto segue:

– 𝗦𝗢𝗦𝗣𝗘𝗡𝗦𝗜𝗢𝗡𝗘 delle attività didattiche in presenza per gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado situate sul territorio comunale, da lunedì 10 maggio 2021 a sabato 15 maggio 2021

– 𝗥𝗜𝗣𝗥𝗘𝗦𝗔 delle attività didattiche in presenza per i bambini frequentanti le scuole dell’infanzia situate sul territorio comunale

– 𝗢𝗕𝗕𝗟𝗜𝗚𝗢 al rientro, per tutti gli alunni, di presentare apposita autocertificazione, in cui il/i genitore/i o chi ha in affido il minore dichiarino espressamente che:

▪️L’ alunno/a e gli altri componenti del nucleo familiare 𝗡𝗢𝗡 risultano positivi a tamponi Covid-19 e 𝗡𝗢𝗡 risultano destinatari di obbligo di rispetto di provvedimenti di quarantena, disposti dalla competente Autorità Sanitaria, per aver avuto contatti con persone risultate positive al virus

▪️L’ alunno/a e gli altri componenti del nucleo familiare 𝗡𝗢𝗡 presentano sintomatologia, anche lieve, riconducibile al Covid-19

▪️ L’alunno/a e gli altri componenti il nucleo familiare 𝗡𝗢𝗡 sono entrati in contatto diretto con soggetti, anche familiari, risultati positivi al Covid-19 negli ultimi 5 giorniL’obiettivo è di arginare l’eventuale diffusione dei contagi e di adottare tutte quelle misure di contenimento per garantire sicurezza agli studenti e tutelare efficacemente la salute pubblica.

𝘚𝘪 𝘳𝘢𝘮𝘮𝘦𝘯𝘵𝘢 𝘤𝘩𝘦 𝘭𝘢 𝘷𝘪𝘰𝘭𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘴𝘶𝘥𝘥𝘦𝘵𝘵𝘦 𝘥𝘪𝘴𝘱𝘰𝘴𝘪𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘦̀ 𝘱𝘶𝘯𝘪𝘣𝘪𝘭𝘦 𝘤𝘰𝘯 𝘴𝘢𝘯𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘢𝘮𝘮𝘪𝘯𝘪𝘴𝘵𝘳𝘢𝘵𝘪𝘷𝘦, 𝘤𝘩𝘦 𝘷𝘢𝘳𝘪𝘢𝘯𝘰 𝘥𝘢 𝘦𝘶𝘳𝘰 400,00 𝘢 1.000,00.