Giorno: 29 dicembre 2018

SMAV: LE 5 COSE MIGLIORI E LE 5 COSE PEGGIORI

VOTA LA PERSONA DELL’ANNO DI VALLE DI SUESSOLA 2018
https://pungiglioneblog.com/2018/12/24/vota-la-persona-dellanno-di-valle-di-suessola-2018/


5 cose cheIeri c’è stata la conferenza stampa organizzata dall’amministrazione comunale di Santa Maria a Vico. Una bella iniziativa in quanto si mette nero su bianco ciò che si è fatto durante l’anno e i propositi sul futuro accettando le domande dei giornalisti, se le facessero. Erano presenti tutti con l’eccezione di Masiello, rimpasto in vista?

Per chi se lo fosse perso può vedere qui la conferenza integrale: https://www.facebook.com/comunesmav/videos/575477479580852/ 

Dal canto nostro, visto che siamo a 1593km di distanza e impossibilitati a partecipare alla conferenza, abbiamo pensato di fare un po’ le pulci all’amministrazione pirozziana elencando le 5 migliori cose e le 5 peggiori cose dell’azione amministrativa oramai al giro di boa e qualcosa di più.

Dunque procediamo con le 5 migliori cose, ovviamente non in ordine di importanza, non è una classifica, le scriviamo come ci vengono in mente:

  1. La Settimana della Cultura: dopo gli infruttuosi tentativi di creare una consulta della cultura cosa non semplice si pensi che in una di quelle riunioni cui eravamo presenti si sostenne che pure una partita a carte era cultura! Si era pure creati un simbolo, ma bravo è stato Michele Nuzzo a cambiare marcia e creare un qualcosa di interessante, sebbene settimana sia diventato un orizzonte temporale più ampio coinvolgendo in pratica tutto un mese. Si dirà che poi ste iniziative ci partecipa poca gente, che poi non è così, ma noi siamo dell’idea che queste iniziative sono come una biblioteca, pure se non ci entra nessuno ci deve stare. Queste iniziative devono esistere.
  2. Il borgo degli innamorati: allora diciamolo eravamo un po’ scettici, non tanto sulla riuscita dell’evento ma sulla continuità dello stesso. Lo mettiamo tra le cose positive proprio per questo motivo. La rigenerazione urbana che era poi il motivo dell’idea del borgo degli innamorati avviene appunto non in maniera estemporanea, ma con continuità durante tutto l’anno tutti gli anni. Questo il merito e bravi davvero a chi ci ha creduto e chi continua l’azione, poi ci saranno anni migliori di altri, ma la strada è questa.
  3. Cimitero: erano anni quasi un decennio che la parte nuova del cimitero era interdetta ai cittadini, con sequestri e contenziosi vari, una situazione difficile e intrigata, con comitati di cittadini organizzatosi seppur creando più il casino che soluzioni. Quando il neo sindaco Pirozzi distribuì le deleghe e proprio questa grana fu affidata ad un consigliere -Marcantonio Ferrara- e non ad un assessore fu visto come un colpo di spugna. Invece si rivelò una mossa abile, tanto che oramai i problemi del cimitero sono altri ora, la questione giuridica si è risolta e pure positivamente, ora le preoccupazioni sono la messa in sicurezza, la pulizia regolare, le luci da mettere il giorno dei morti ecc.
  4.  Liceo Scientifico: Una bellissima battaglia questa, fatta anche in concertazione tra sindaco e preside nonostante siano avversari entrambi in consiglio comunale. Con l’opposizione ridicola del comune di Maddaloni ma che ha creato non poche difficoltà. Sicuramente questo è uno dei migliori lasciti di quest’amministrazione e della preside Sgambato.
  5. Gemellaggio: A noi piacerebbe sia fatto in maniera diversa, più dinamica, ma il fatto che il comune di Santa Maria a Vico cerchi di allargare le sue vedute è sempre un fatto positivo. Quindi dopo Caspe (spagna) e Gaillac (francia) abbiamo anche Mirdita (albania) e Florina (grecia).

Passiamo ora alle peggiori 5 cose fatte dall’amministrazione comunale di Santa Maria a Vico con lo stesso criterio del precedente non in ordine di importanza ma come ci vengono in mente:

  1. Finale di KickBoxing: Una delle peggiori pagine di sport della nostra Valle, per quanto siano chiari i protagonisti di questa vicenda,  non si sa bene però che strascichi abbia avuto. Fu un brutto momento con il Sindaco con tanto di fascia tricolore e gli inni dell’Italia e del Brasile, che poi si scoprirà che di brasiliano il tizio salito sul ring non aveva nulla. Incredibilmente sulla pagina fb dell’amministrazione ancora vi sono le foto e i post di questa farsa. Per la serie vuttamm a scurda’. Ma noi non dimentichiamo e ancora le scuse e azioni giudiziarie in merito per tutelare l’immagine del comune non le abbiamo udite.
  2. Città di Santa Maria a Vico: qui sfociamo proprio nel ridicolo, non tanto la voglia di voler essere città, se lo è Maddaloni perché non dovrebbe esserlo Santa Maria, ma il fatto che nonostante questa idea di marketing pezzotto non si è posto in essere l’iter, per quel che ne sappiamo. In più mettiamoci che pure il gonfalone e lo stemma non sono dichiarati presso la presidenza del consiglio! Ci vogliamo muovere?
  3. Affaire Masiello: per la serie vuttamm a scurdà aggiungiamo anche questo evento. Non ripercorriamo la storia che può facilmente trovarsi navigando in rete. Ma poi com’è andata a finire? Si è concluso con un nulla di fatto o un rinvio a giudizio? Boh. Non si dica che sono fatti privati perché riguarda cose che riguardano tutti i cittadini.
  4. Acqua: Nonostante il secondo pozzo e nonostante la sostituzione del quadro elettrico continuano i tormenti per i cittadini di Santa Maria a Vico e non pare vi sia alcuna strategia se non di carattere comunicativa avvisando del problema quando risolto. Ma più che tecnico il problema vuoi vedere che fossero tecnici? La buttiamo lì.
  5. Via Appia: Sebbene opera cominciata con l’amministrazione precedente, è con questa amministrazione che pare la si stia rifacendo una seconda volta. Basolato che da segni di traballamento, riparazioni appezzottate, insomma non proprio il fiore all’occhiello che doveva essere e si ha l’impressione che nel giro di pochi anni ci si ritrovi ad avere questa strada nelle stesse condizioni pre lavori.

 

Annunci