Giorno: 12 maggio 2018

SMAV: L’AZIONE DEL SINDACO PER TAPPARE LE BUCHE

inaugurazione via appia.jpg

In questi giorni è tutto un fermento a Santa Maria a Vico riguardante la situazione delle due arterie principali la via Appia antica e la via Appia nuova -come si diceva un tempo- o via Nazionale.

Riguardo la seconda in verità il comune di Santa Maria a Vico nonostante chiamato in causa dai cittadini per le voragini che oramai si sono aperte sulla strada non può essere colpevole di quello sfascio in quanto le buche sono tutte nel territorio di qull’ente inutile di nome Maddaloni.

Infatti questo comune in perenne dissesto: senza soldi, senza classe politica, non è in grado di pagare la manutenzione stradale e quindi si è giunti a questo punto con rischio non da poco per la incolumità degli automobilisti.

Noi auspichiamo che questo comune venga ridotto di dimensioni in quanto è evidente che questo ente è troppo grande per far fronte a tutte le più elementari necessità.

Il sindaco Pirozzi bisogna dirlo ha cercato da subito un contatto con le autorità preposte prefetto in primis per trovare una soluzione a questo disastro. Il sindaco pare intenzionato a interdire la circolazione ai mezzi pesanti, una buona idea certo, anche se non vogliamo entrare nel merito se possa essere risolutiva o meno e soprattutto sulla fattibilità, però ecco lo ripetiamo si stanno iniziando a mettere sul tavolo qualche idea.

Riguardo invece via Appia l’arteria interna, invece qualche critica proprio all’amministrazione guidata da Pirozzi la dobbiamo fare. Dopo tre anni quasi, ma già da prima invero, questa arteria presentava delle problematiche e ora a queste si pone soluzione con delle colate di asfalto sul basolato nuovo!

Sarebbe stato opportuno un controllo dei tecnici comunali durante la esecuzione dei lavori, ora scopriamo -e lo dice il sindaco su un post su facebook- che i tecnici ritengono che i difetti della via Appia sono dovuti a “probabili difetti di esecuzione”. Ora sti tecnici, che sono del mestiere, se li si mandava a controllare un poco i lavori forse avrebbero potuto per tempo forse segnalare le problematiche all’amministrazione e magari si poteva intervenire allora per non farlo ora. Se invece sono stati inviati e non hanno segnalato anomalie particolari non si può dire che ora le problematiche sono dovute a difetti di esecuzione, ci pare curioso.

Noi vorremmo sapere, ma giusto per curiosità, quando sarebbe stato previsto il primo intervento di manutenzione sull’Appia? Noi crediamo che a questa domanda non potremmo avere risposta in quanto per manutenzione abbiamo l’impressione che si intenda questo: riparare quando qualcosa si scassa. La manutenzione se vogliamo è un po’ come il vaccino per l’uomo, la si fa per evitare che si arrivi alla malattia non la si fa a malattia avvenuta.

Ora il 14 Maggio è previsto un ripristino definitivo del basolato, abbiamo l’impressione che definitivo in questo caso sia sinonimo di temporaneo.

Però secondo noi il sindaco sbaglia a dire che vi sono state troppe lamentele su questo caso: lo sport nazionale è diventato “parlare su tutto”. Perché se l’amministrazione avesse spiegato prima delle lamentele quello che aveva intenzione di fare non si sarebbero sollevate tutte queste polemiche.

Poi è chiaro vi sono sempre i leoni da tastiera, sperando di non essere annoverati tra quelli.


 

Annunci